Le Mie Passeggiate

il sito di Giuseppe Albrizio

Tappa n. 027 - Cammino di Francesco: Pietralunga-Città di Castello

La Via Francigena di San Francesco

Cammino di Francesco

Percorso Nord

Pietralunga-Città di Castello

Note:

Tempo complessivo 8,15 ore - ascesa 750 m - discesa 950 m - Km 33 - Traccia GPX

Le foto non sono state scattate nello stesso giorno ma durante più ricognizioni fatte lungo il percorso

IL Cammino di Francesco è segnato sempre molto bene con bandierine di vernice giallo-blu, il segno Tau con colore giallo e cartelli metallici giallo-blu, quest’ultimi un po’ scoloriti.

Itinerario:

Da Piazza Fiorucci, quota 566m (Pietralunga - Perugia) si segue Corso Giacomo Matteotti; al bivio si va a sinistra in Via Sant’Agostino, si scendono alcune rampe di scale e si svolta a destra. Al successivo incrocio si prende a sinistra, sempre in discesa, si compie un tornante e si intercetta la Strada Provinciale 201 di Pietralunga-Umbertide-conf. Pesaro al 21° Km, strada che prende il nome di Viale Bruno Buozzi.

Si curva a sinistra e dopo circa 200 metri si imbocca a destra Via San Vincenzo scendendo una scalinata, in cemento, moto danneggiata. La segnaletica del Cammino di Francesco è ottima. Si costeggia una costruzione ed una vecchia chiesa diroccate, si attraversa su un ponte il Torrente Carpinella e al bivio di quota 515 m si taglia la strada principale andando a destra.

Si passa accanto ad un antico bottino con fontanile, si attraversa un piccolo centro abitato, si continua su sterrata fino ad intercettare nuovamente Via San Vincenzo a quota 560 m. Si prende a destra, si passano due edicole sacre e si giunge al bivio con la Strada Provinciale 106, quota 580 m (fin qui 30 minuti - ascesa 80 m - discesa 60 m - Km 1,7), ottimo il panorama sul borgo di Pietralunga.

In questo incrocio convergono 5 strade, si segue la prima a sinistra, indicazioni stradali per “zona turistica di Candeleto-Pieve De’ Saddi”. Alla successiva biforcazione si prende la strada di destra, in discesa, per Pieve De’ Saddi. La strada è asfaltata ma poco trafficata, segue il corso del Torrente Carpina rimanendo sul lato sinistro, senso orografico.

Attraversato su un ponte il Torrente Carpina si giunge all’incrocio della località “Caigisti”, quota 411 m, ci sono cartelli escursionistici (dall’incrocio con la SP106: 50 minuti - ascesa 20 m - discesa 200 m - Km 3,8). Si prende a destra e si inizia una lunga salita con pendenza dolce su una carrozzabile sempre asfaltata, con qualche piccolo tratto dal fondo breccioso.

Il territorio che ci circonda è molto selvaggio, con infinite colline e vallate ricoperte da fitti boschi di cerro e roverella. Dopo 3 Km si giunge ad un incrocio che si trova su un valico, quota 630 m, si prosegue dritti, in discesa, passando in una pineta. Più avanti il bosco inizia a fare spazio a terreni utilizzati a pascolo, ci sono cartelli che mettono in guardia da cani pastori e in lontananza appare la grande chiesa di campagna chiamata Pieve De’ Saddi.

Passata un’edicola sacra si sale leggermente fino a giungere presso il complesso architettonico, quota 564 m, composto dalla torre, dalla chiesa e da abitazioni, la maggior parte in pessimo stato (dalla località Caigisti: 1,40 ore - ascesa 280 m - discesa 110 m - Km 5,4).

Riepilogo Pietralunga-Pieve De’ Saddi: 3 ore - ascesa 380 m - discesa 370 m - Km 11.

Si prosegue seguendo la strada asfaltata sempre in leggera salita, all’incrocio prendere a destra, la strada va quasi in piano passando tra ginestre, querce, terreni coltivati, prati (adatti al pascolo di ovini) e bosco misto.

L’ambiente continua a rimanere vasto e selvaggio, formato da infinite valli e montagne che non superano i 700 metri d’altezza. Ogni tanto si incontrano dei cartelli che ci avvertono che la zona è riservata ai cacciatori per l’addestramento dei cani da seguito con divieto di sparo. Altri segnali continuano ad avvisarci che i terreni erbosi potrebbero essere occupati da greggi e quindi di stare attenti ai cani pastori. La strada che stiamo percorrendo, larga ed asfaltata, è deserta, passa un auto ogni 30 minuti. Si arriva cosi all’incrocio della località “Campanile”, quota 620 m, si continua a sinistra (da Pive De’ Saddi: 45 minuti - ascesa 80 m - discesa 40 m - 3,5 Km).

La segnaletica è buona e ci conforta durante il viaggio. Si passa accanto ad un cimitero e dopo alcuni saliscendi, mai faticosi, si giunge ad un bivio segnalato da parecchi cartelli escursionistici, località Candeggio, quota 649 m (da “Campanile”: 30 minuti - ascesa 60 m - discesa 60 m - Km 2,5).

Si va avanti ancora con un lungo saliscendi, si compie una doppia curva a gomito (in questo tratto bisogna fare molta attenzione perché, anche se le auto che transitano sono rare, qualcuna potrebbe arrivare alla massima velocità e sbandare, come da segni trovati sul posto, e quindi essere un pericolo per i camminatori) e si giunge al bivio con una strada, proveniente da sinistra, per la località Collevecchio che si trascura.

Poche centinaia di metri più avanti si abbandona la strada asfaltata per imboccare a sinistra, in discesa, una strada sterrata, quota 515 m (dal bivio di Candeggio: 0,45 ore - ascesa 60 m - discesa 100 m - Km 3,6).

Appena presa la strada sterrata si è ad un trivio, seguire la via di sinistra. Si scende passando in un bosco misto (ginestre, querce e pini), dopo alcuni tornanti, i primi tre nel bosco poi tra coltivazioni di ulivo, si incrocia un’altra strada, sempre sterrata, che si segue a destra. Si attraversa su un ponte il Torrente Soara e ci si immette sulla Strada Provinciale n. 106 della Baucca “Pietralunga-Città di Castello” che si segue a sinistra (35 minuti - ascesa 10 m - discesa 180 m - Km 2,5).

Si passa accanto ad un antico bottino con rubinetto (si può fare rifornimento d’acqua) e si arriva nella località il Sasso. IL luogo è caratterizzato da un parco giochi per bambini, da un bel prato dove in estate si può prendere il sole e dal rumore del fiume che qui diventa impetuoso scivolando su una lastra di roccia con una serie di cascate (15 minuti - 1,5 Km).

Si prosegue lungo la strada asfaltata per altri 700 metri e ad un bivio si prende la strada sterrata di destra, località Marciano.

Si passa una fattoria e dopo l’ultima casa la via diventa molto fangosa, si sale tra campi coltivati e bosco e si giunge ad una biforcazione dove il fango finisce. Si va a destra passando accanto ad un laghetto e, seguendo sempre la via principale, si arriva ad un incrocio, quota 395 m, c’è una originale edicola sacra ricavata da un vecchio tronco di un albero. Nella nicchia c’è la statua di San Francesco (dal Sasso: 40 minuti - ascesa 120 m - discesa 50 m - Km 2,6).

Qui i segnali del Cammino non sono evidenti perché nascosti da una pianta d’ulivo; si prende a destra seguendo una strada sterrata dal fondo buono. Si prosegue sempre tra macchie di bosco e campi erbosi; passata una edicola sacra (Crocifisso) si giunge di fronte al cancello d’ingresso della Villa Sacro Cuore, da qui in poi la strada ritorna asfaltata.

Superato un fosso, indicato su IGM come Fosso della Morte, al primo incrocio si va dritti, al secondo (c’è una piccola rotatoria con una grossa quercia al centro), si prende a sinistra in Via Monsignor Cesare Pagani, quota 360 m (30 minuti - ascesa 30 m - discesa 70 m - Km 2).

La strada ritorna sterrata, si passa accanto ad un’altra edicola sacra ricavata da un vecchio tronco d’albero, poi in mezzo a campi coltivati e a casali (località Meltina) e si giunge all’incrocio con Via delle Terme che si segue a sinistra. Stiamo in periferia Est di Città di Castello.

Alla fine di Via delle Terme si segue a sinistra Viale Raffaele De Cesare, alla rotatoria si prosegue in Viale Vittorio Veneto fino a Piazza Garibaldi dove i segni giallo-blu non ci sono più. Si percorre Via degli Albizzini entrando nel centro storico della città. Superata Piazza Raffaello Sanzio si gira a sinistra in Via Mario Angeloni e si entra in Piazza Matteotti. Si percorre Corso Cavour e ci ritroviamo in Piazza Venanzio Gabriotti.

Naturalmente approfittiamo del passaggio nel centro storico per visitare le chiese e i monumenti (dall’inizio di Via Monsignor Cesare Pagani: 1,10 ore - ascesa nulla - discesa 70 m - Km 4).

cartina 1-3 da Pietralunga a Città di Castello

cartina 1-3

cartina 2-3 da Pietralunga a Città di Castello

cartina 2-3

cartina 3-3 da Pietralunga a Città di Castello

cartina 3-3

001 

001 - la piazza di Pietralunga (provincia di Perugia)

002 

002 - il Palazzo dell’Orologio

003 

003 - indicazioni escursionistiche nella piazza di Pietralunga

004 

004 - sportelli del gas e dell’acqua pitturati

005 

005 - …si scendono alcune rampe di scale…

006 

006 - Via San Vincenzo con un’antica rampa di scale

007

007 - alcuni edifici diroccati con accanto una vecchia chiesa

008 

008 - bottino con fontanile

009 

009 - la prima edicola sacra

010 

010 - la seconda edicola sacra

011 

011 - Pietralunga vista in una giornata piovosa

012 

012 - pozza lungo la via

013 

013 - la strada da percorrere, asfaltata ma poco trafficata

014 

014 - Torrente Carpina

015 

015 - località Caigisti 411 m

016 

016 - caratteristica segnaletica che ci fa compagnia

017 

017 - si avanza sempre sotto la pioggia

018 

018 - zone erbose adatte al pascolo di ovini

019 

019 - edicola sacra prima di giungere alla chiesa di campagna Pieve De’ Saddi

020 

020 - in vista della Pieve De’ Saddi

021 

021 - Pieve De’ Saddi, quota 564 m

022 

022 - una fontana affianco alla chiesa Pieve De’ Saddi

023 

023 - Pieve De’ Saddi, antica chiesa di campagna, quota 564 m

024 

024 - particolare del campanile della Pieve De’ Saddi

025 

025 - la strada va quasi in piano passando tra ginestre, querce, terreni coltivati, prati e

bosco misto

026 

026 - un’antica chiesa di un vecchio cimitero sulla cima di una collina poco

distante da Pieve De’ Saddi

027 

027 - ancora cartelli

028 

028 - incontro con i cani pastori

029 

029 - località Campanile, quota 620 m. Cartelli scoloriti

030 

030 - la segnaletica è sempre presente

031 

031 - località Candeggio, quota 649 m

032 

032 - si prosegue sempre sulla strada asfaltata senza traffico…

033 

033 - …comunque bisogna fare attenzione perché le poche auto che transitano sfrecciano

veloci…

034 

034 - …ecco la conseguenza

035 

035 - più avanti si lascia la strada asfaltata per girare a sinistra…

036 

036 - …subito dopo ancora a sinistra

037 

037 - la via diventa sterrata

038 

038 - si compiono alcuni tornanti tra bosco e piantagioni di ulivo…

039 

039 - …infine si incrocia un’altra sterrata che si prende a destra

040 

040 - …si attraversa su un ponte il Torrente Soara…

041 

041 - ci si immette sulla Strada Provinciale n. 106 della Baucca “Pietralunga-Città di Castello”

che si segue a sinistra passando, dopo poco, accanto ad un antico bottino con rubinetto

042 

042 - un guado sul Torrente Soara, impossibile da superare (per fortuna il Cammino di

Francesco non passa da qui, continua lungo la Strada Provinciale)

043 

043 - una torre circolare vista da lontano, località Pescara (Città di Castello)

044 

044 - località il Sasso, il Torrente Soara qui diventa impetuoso scivolando su una lastra di

roccia con una serie di cascate

045

045 - incontro con un “pellegrino” Simone Lucci, dal logo sullo zaino si capisce che è un

grande viaggiatore, tra l'altro ha percorso il Cammino Primitivo di Santiago

046 

046 - località il Sasso (Città di Castello), scambio di opinioni con Simone Lucci

047 

047 - località Marciano, si riprende la strada sterrata

048 

048 - strada molto fangosa soprattutto in caso di pioggia

049 

049 - un caratteristico attrezzo per togliere il fango dalle scarpe

050 

050 - un laghetto “privato”

051 

051 - …incrocio, quota 395 m, c’è una originale edicola sacra ricavata da un vecchio tronco

di un albero. Nella nicchia c’è la statua di San Francesco…

052 

052 - …Si prosegue sempre tra macchie di bosco e campi erbosi…

053 

053 - edicola sacra

054 

054 - …si passa accanto ad un’altra edicola sacra ricavata da un vecchio tronco d’albero

055 

055 - in fondo si nota Città di Castello

056 

056 - tra campi coltivati e casali, località Meltina

057 

057 - all’ingresso di Città di Castello

058 

058 - Piazza Garibaldi, da qui si entra nel centro storico di Città di Castello (non c’è bisogno,

per il momento, di seguire la via segnata)

059 

059 - chiesa di San Francesco, Città di Castello

060 

060 - la statua di San Francesco nella chiesa a Lui dedicata, Città di Castello

061 

061 - Palazzo del Podestà, Città di Castello

062 

062 - Torre Civica, Città di Castello

063 

063 - Cattedrale e Palazzo del Comune, Città di Castello

064 

064 - il portone d’ingresso della Cattedrale, Città di Castello

065 

065 - Campanile Rotondo, Città di Castello

066 

066 - particolare del Campanile Rotondo, Città di Castello

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

Cosa sono i Cookie e la loro definizione

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, potrebbero necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:

Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;

Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;

Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.

Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne (Facebook, Instagram, Pinterest, Google+, Twitter, LinkedIn, altri simili…)
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser (sistema di navigazione web) ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe (in alcuni casi) essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Edge, Opera.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

  • Giuseppe Albrizio
  • Via Vicoletto n 4 - 02015 Cittaducale - (RI)
  • LBRGPP55D04B077T
  • giusalbrizio@libero.it
  • Configurazione e implementazione della rilevazione statistica, con il sistema di Google Analytics, degli accessi al sito web:

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Incaricato del trattamento dei dati

Il Titolare del Trattamento dei dati incarica il Sig. Carrozzini Giorgio (webmaster), con sede legale in Via Umberto Giordano 70, 00124 Roma, Cod. Fisc. CRRGRG72L05H501C per le seguenti funzioni:

  • Gestione della rilevazione e manipolazione dei dati di navigazione tramite la piattaforma “Google Analytics” per ottenere informazioni sul comportamento di navigazione degli utenti.
  • Visualizzazione dei formulari, dei moduli di contatti compilati all’interno delle pagine dello sito web sopra citato al fine di porre in atto il controllo del corretto funzionamento del sito.

L’incaricato non è autorizzato a trasmettere o vendere a terzi, manipolare i dati personali, né a renderli pubblici. L’incaricato si impegna a proteggerne la riservatezza nell’ambito dello svolgimento delle sue funzioni quale amministratore del sito web e limitatamente alle condizioni contrattualizzate con il Titolare del sito web.

Durata della conservazione dei dati di Google Analytics

Il Titolare del Trattamento dei dati conserverà i dati di navigazione per un tempo indefinito e questi non avranno mai scadenza.

Conclusioni

Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare.

Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Aprile 2018

Copyright © 2014. Tutti i Diritti Riservati / All Rights Reserved - Giuseppe Albrizio