Sentieri Montani di Cittàducale

Escursione n. 23: Canetra (Castel Sant'Angelo)-Pendenza (Cittaducale)

Canetra (Castel Sant’Angelo)-Pendenza (Cittaducale)

dalla stazione ferroviaria di Canetra a Pendenza

Nota:

L'itinerario qui descritto ripercorre antichi sentieri presenti su cartina IGM o nuove vie aperte da animali al pascolo:

fino all'ultima mia ricognizione (primavera 2017) risultava pulito e ben mantenuto.

Attualmente NON si garantisce la completa praticabilità a causa dei rovi che potrebbero aver invaso alcuni tratti.

Note:

Traccia GPX

Tempo di salita 2,30 ore - ascesa 370 m - Km 6,8

Tempo di discesa (stessa via) 1,45 ore - Km 6,8

Ottimo itinerario che percorre a mezza costa il boscoso versante Ovest del Monte Nuria e collega il borgo di Canetra (frazione del comune di Castel Sant’Angelo) con il borgo di Pendenza (frazione del comune di Cittaducale). Sentiero facilmente percorribile da biker allenati

Percorso auto:

Dalla Strada Statale n 4 Via Salaria, direzione Ascoli Piceno, giunti all’ingresso di Canetra (frazione del comune di Castel Sant’Angelo) Km 92,350 si gira a destra entrando nel piazzale-parcheggio della stazione ferroviaria dove si lascia l’auto, quota 420 m.

Descrizione:

A piedi si prosegue in direzione Est attraversando la ferrovia (passaggio a livello) e il Fiume Velino su un ponte; subito dopo, ad una biforcazione, si prende la sterrata di destra. Si passa tra terreni coltivati e bosco; dopo un casale si inizia a salire e la strada, nei punti più ripidi, si fa cementata.

Compiuti alcuni tornanti diviene transitabile solo ai mezzi cingolati e a jeep, transita accanto a degli impianti di telecomunicazione, quota 520 m, e poi continua a salire con pendenza meno accentuata.

Ad un bivio, dopo le antenne, andare a destra, alla successiva biforcazione continuare dritti sempre in leggera salita, qui il fondo migliora. Si prosegue nel bosco senza nessun problema trascurando tutte le deviazioni a sinistra e a destra; infine la sterrata sale a mezza costa prendendo la direzione Sud-Ovest (località Cerquara).

Più in alto, quota 755 m, località Costa di Sant’Erasmo, la strada sembra terminare; in realtà c’è una biforcazione con una via, molto accidentata, che continua a salire a sinistra e un sentiero che va nella direzione da noi fin ora seguita, Sud-Ovest, che scende leggermente.

Si prosegue sulla mulattiera che dopo una discesa di qualche decina di metri torna a salire dolcemente, sulla sinistra la via è delimitata da alcuni muri a secco (qualcuno invaso dalla vegetazione inizia a crollare), si superano alcuni punti dove il sentiero si assottiglia per piccole frane, si compiono alcuni stretti tornanti in discesa e si passa accanto alla recinzione della prima abitazione del paese di Pendenza.

Si esce su una strada cementata che sale fino ad un bivio dove si va a destra. Si scende lungo una strada asfaltata, si passa accanto ad un fontanile e ad una chiesa (San Rocco) e si sale raggiungendo il punto più alto del borgo, Piazza della Torre dove c’è un ottimo belvedere, quota 792 m, e nei pressi la chiesa di San Cipriano (tempo di salita 2,30 ore circa - ascesa 370 m - Km 6,8).

Per la discesa si percorre la stessa via - 1,45 ore.

cartina 1-2

001a - cartina 1-2

cartina 2-2

001b - cartina 2-2

001 - il parcheggio della stazione ferroviaria di Canetra (Castel Sant’Angelo). Il Monte Giano in evidenza

001c

002 - il passaggio a livello da superare a piedi

002

003 - in fondo la stazione di Canetra

003

004 - dopo il passaggio a livello prendere la sterrata di destra

004

005 - a tratti la sterrata diventa cementata

005

006 - veduta di Castel Sant’Angelo e Canetra

006

007 - la sterrata da percorrere

007

008 - Canetra, Castel Sant’Angelo e la Cimata di Castello

008

009 - la sterrata anche se a tratti cementata diviene percorribile solo da jeep

009

010 - impianto di telecomunicazione

010

011 - …Ad un bivio, dopo le antenne, andare a destra…

011

012 - si prosegue sempre nel bosco

012

013 - …Più in alto, quota 755 m, località Costa di Sant’Erasmo, la strada sembra terminare; in realtà c’è una biforcazione con

una via, molto accidentata, che continua a salire a sinistra e un sentiero che va nella direzione da noi fin ora seguita…si

prosegue lungo il sentiero

013

014 - muri a secco lungo la mulattiera

014

015 - …si passa accanto alla recinzione della prima abitazione del paese di Pendenza. Si esce su una

strada cementata…

015

016 - …che sale fino ad un bivio dove si va a destra…

016

017 - …Si scende lungo una strada asfaltata…

017

018 - …si passa accanto ad un fontanile…

018

019 - …e ad una chiesa (San Rocco)…

019

020 - salendo verso la parte più alta del paese di Pendenza

020

021 - lo stemma del borgo di Pendenza

021

022 -  la chiesa di San Cipriano

022

023 - il campanile della chiesa di San Cipriano

023

024 - uno scorcio di Pendenza

024

025 - Piazza della Torre (Pendenza-Cittaducale)

025

026 - targa all’ingresso di un punto panoramico di Pendenza

026

027 - la targa che ricorda la famiglia che ha restaurato il belvedere

027

028 - in fondo Cittaducale vista da Pendenza

028

029 - un parapendio di passaggio

029

030 - uno sguardo dal belvedere di Pendenza: di fronte il Terminillo, a destra Canetra, Vasche, il Lago di Paterno, il paese di

Paterno, Vasche, Terme di Cotilia e San Vittorino con la piana del Fiume Velino…

030

031 - …la piana del Fiume Velino, San Vittorino, Nuovo Laghetto, Caporio, Cittaducale

031