Le Mie Passeggiate

il sito di Giuseppe Albrizio

Tappa n. 020 - Cammino di Francesco: Acquaviva di Nerola-Montelibretti-Monterotondo

La Via di Roma

La Via Francigena di San Francesco

Cammino di Francesco

Acquaviva di Nerola-Montelibretti-Monterotondo

Tempo complessivo  6 ore - ascesa 450 m - discesa 500 m - Km 24,5 - Traccia GPX

Se si visita il centro storico di Montelibretti da aggiungere 1,30 ore e Km 4.

Se si va a curiosare alla sorgente di acqua sulfuria 1 ora - ascesa 50 m - discesa 50 m - Km 2,5

Tempo complessivo diventa 8,30 ore - ascesa 500 m - discesa 550 m - Km 31 

Itinerario:

Dall’incrocio principale di Acquaviva di Nerola, quota 216 m, spalle alla strada che porta ai paesi di Montelibretti-Morricone, si segue a sinistra (Ovest) la Strada Provinciale 636 direzione Roma; percorsi 200 metri, superata la farmacia, si prende a sinistra (Sud-Ovest) Via Antica Quinzia.

Si cammina tra grandi coltivazioni di ulivo e di frutta andando sempre dritti; trascurando le deviazioni di destra e di sinistra si perde leggermente quota fino a passare accanto ad un fontanile non riportato su IGM, quota 180 m, località Sterparelle.

Al bivio, subito dopo il fontanile, si prosegue a sinistra (Sud), 400 metri dopo, alla successiva biforcazione (di fronte c’è un cancello) si piega a destra (se si segue la strada di sinistra dopo 100 metri si arriva ad un secondo fontanile, quota 160 m, poi bisogna tornare indietro).

Si continua a scendere; davanti come punto di riferimento si ha l’evidente collina boscosa chiamata Colle Lungo. Ad un incrocio con una piccola strada asfaltata si continua dritti e si attraversa il Fosso Garolano, quota 75 m. Ancora avanti si risale il versante Nord della collina fino all’incrocio di quota 115 m dove si svolta a sinistra in Via Frainile, in alto a sinistra si vede il borgo fortificato di Montelibretti.

Aggirato il Colle Lungo si entra in un ampio vallone con terreni coltivati ed arati, si attraversa la Strada Provinciale 20b e all’incrocio successivo si svolta a destra in Via delle Terre Sabine. Si continua a salire fino all’incrocio con la Strada Provinciale 26a (Via Roma) entrando nella periferia Sud di Montelibretti, quota 200 m. Tempo impiegato fin qui 1,20 ore - ascesa 130 m - discesa 140 m - Km 5,5.

Con una deviazione di circa 4 Km tra andata e ritorno ed un tempo di 1,30 ore si può andare a visitare il centro storico.

Nota:

Nella nuova edizione di Novembre 2016 della brochure (mappa in scala 1:30.000), del Cammino di Francesco, da Montelibretti è stato aggiunto un nuovo itinerario che comprende i paesi di Moricone e Palombara Sabina, chi vuole può tentare l’impresa e chiudere il giro nella Valle Fiora, località Molino Fiora riprendendo poi il Cammino originario. Questa parte non l’ho riportata nella mia descrizione perché non è la Via tradizionale e comunque non è segnata sul terreno.

Dal bivio si segue Via Roma a sinistra, direzione centro, per poche decine di metri, poi si svolta subito a destra in Via Vignacce e si giunge ad un incrocio con 5 vie. Si imbocca Via Valle Spaziani iniziando a scendere in direzione Sud-Ovest. Alle diramazioni continuare sulla strada principale, possiamo prendere come riferimento i pali di una linea elettrica.

Alla biforcazione di quota 95 m si va a sinistra, anche la linea elettrica va in quella direzione; ci sono pure i cartelli giallo-blu del Cammino di Francesco ma tanti, essendo stati fissati mali nel terreno, sono assenti.

Si continua lungo una strada sterrata sempre circondati da uliveti e frutteti. Ad un bivio continuare dritti (Sud-Ovest), ad un secondo incrocio andare a destra (qui manca l’indicazione del Cammino, sulla strada da non prendere c’è una grande quercia isolata). Appena superato il bivio, in fondo, si nota un’altra grande quercia isolata che si trova lungo la strada di sinistra di una ennesima biforcazione (c’è il segnale del Cammino di Francesco), andare a sinistra.

Si scende ad attraversare il Fosso dei Marani, quota 80 m, e si sale dall’altra parte costeggiando lo stesso fosso che si tiene a destra e una recinzione a sinistra dove c’è un grande prato, Selva Grande su IGM, una parte utilizzato come centro equestre e l’altra a campo volo intitolato a “Ugo Giuliani Fondatore”. Infine si esce sulla Via Vecchia Nomentana, località Tre Ponti dove si svolta a sinistra (Sud-Ovest); pochi metri più avanti abbiamo come punto di riferimento un bar-ristorante-lago di pesca sportiva, quota 67 m (da Montelibretti 1 ora - ascesa 50 m - discesa 170 m - Km 3,8).

Prima di continuare il Cammino possiamo andare a vedere una interessante sorgente di acqua sulfuria; dalla località Tre Ponti invece di svoltare a sinistra dobbiamo seguire la Via Vecchia Nomentana a destra (Nord). Superato il Fosso dei Marani e il Fosso di Valle Spaziano si arriva subito dopo all’incrocio con una strada sterrata proveniente da sinistra che seguiamo (direzione Ovest). Percorso 1 chilometro si arriva alla sorgente, questa dopo 50 metri si immette nei Rio Moscio (tra andata e ritorno più visita ci si impiega 1 ora - ascesa 50 m - discesa 50 m - Km 2,5).

Ritornati nei pressi del bar-ristorante si prosegue lungo la Via Vecchia Nomentana (direzione Sud-Ovest), percorsi circa 1,7 Km si giunge al bivio con la Strada Provinciale 22b, a destra c’è un fontanile, quota 120 m. Si svolta a destra, la via prende il nome di Strada dell’Osteria di Moricone, dopo 2,3 Km si è all’incrocio con la strada Provinciale 35d, quota 95 m (fin qui dai Tre Ponti 1 ora - ascesa 90 m - discesa 70 m - Km 4).

Si continua dritti in Via Santa Maria delle Camere, poi la strada, sempre asfaltata, si restringe e scende fino ad attraversare, su un ponte, il Fosso della Fiora. A sinistra si nota un rudere che era l’antico “Molino Fiora”. Alla biforcazione, quota 50 m, si prende a destra e si prosegue lungo una strada, ancora asfaltata, che va in piano tra terreni erbosi, alberi e frutteti. In alto a destra si nota la Torre Fiora, un’altissima costruzione che un tempo apparteneva ad un borgo fortificato (XIII sec.) ora è isolata in questa parte della campagna romana.

Dopo circa 1 Km la strada piega a sinistra e sale fino a passare vicino ad un traliccio dell’alta tensione, qui c’è una biforcazione e l’asfalto termina, quota 65 m (30 minuti - ascesa 25 m - discesa 50 m - Km 2,5). Si prosegue dritti in discesa, davanti si nota il bel prato verde di Colle Lupo. Attraversato il Fosso della Bufala, quota 45 m, si sale tra bosco e coltivazioni su una sterrata dissestata fino a giungere al Casale di Grotta Marozza, quota 93 m, dove ritorna l’asfalto. Ancora avanti fino all’incrocio con la Strada Provinciale 25a che si prende a destra, Via Castelchiodato (dal traliccio 45 minuti - ascesa 90 m - discesa 30 m - Km 3,3).

Percorsi 250 m ad una biforcazione lasciare la Provinciale per seguire a destra una strada parallela (cartello giallo-blu del Cammino di Francesco). Quando questa termina continuare dritti, c’è una freccia gialla su un palo in cemento della corrente elettrica. Si sale una corto pendio e si continua dall’altra parte su una vecchia strada asfaltata, invasa dall’erba, di servizio ad una cava a Nord di Monte Oliveto (su IGM), chiusa da anni.

Quando ci si avvicina all’autostrada la strada gira a destra (verso la cava), invece si va a sinistra (qui non ci sono indicazioni) e si scende la scarpata sottostante lungo un sentiero che ci porta ad incrociare la SP25a un metro prima del ponte sopra il quale passa il raccordo autostradale Firenze-Napoli. Appena dopo il ponte si va a destra seguendo un sentiero (all’inizio segnato molto bene) che corre parallelo all’autostrada e poi parallelo a Via Castelchiodato fino al semaforo dell’incrocio con la SP25b.

Si attraversa e si continua a sinistra seguendo la pista ciclabile di Via Sandro Pertini fino al suo termine, bivio con la SP22a che si prende a destra entrando nella città di Monterotondo. Si prosegue lungo il Viale Bruno Buozzi, si passa accanto all’ospedale e si giunge nel centro storico della città (dal bivio Grotta Marozza-Via Castelchiodato 1,15 ore - ascesa 70 m - discesa 30 m - Km 4,5).

cartina 1-4

000 - cartina000

cartina 2-4

000 - cartina000a

cartina 3-4

000 - cartina000b

cartina 4-4

000 - cartina000c

001 - il paese di Nerola visto dal Cammino di Francesco

001 

002 - …si segue a sinistra (Ovest) la Strada Provinciale 636 direzione Roma; percorsi 200 metri, superata la

farmacia, si prende a sinistra (Sud-Ovest) Via Antica Quinzia...

002 

003 - …Si cammina tra grandi coltivazioni di ulivo e di frutta andando sempre dritti…

003 

004 - potatura di alberi d’ulivo

004 

005 - in fondo il paese di Fara in Sabina

005 

006 - …si perde leggermente quota fino a passare accanto ad un fontanile non riportato su IGM, quota 180 m,

località Sterparelle…

006 

007 - …alla successiva biforcazione (di fronte c’è un cancello) si piega a destra…

007 

008 - …(se si segue la strada di sinistra dopo 100 metri si arriva ad un secondo fontanile, quota 160 m, poi

bisogna tornare indietro)…

008 

009 - periodo di potatura, inizio primavera

009 

010 - una tana lungo il Cammino di Francesco

010 

011 - …Ad un incrocio con una piccola strada asfaltata si continua dritti…

011 

012 - … si attraversa il Fosso Garolano, quota 75 m…

012 

013  - un bel cane pastore

013 

014 - in alto il centro storico di Montelibretti

014 

015 - …all’incrocio successivo si svolta a destra in Via delle Terre Sabine…

015 

016 - salendo verso Montelibretti

016 

017 - …Dal bivio si segue Via Roma a sinistra, direzione centro, per poche decine di metri, poi si svolta subito a

destra in Via Vignacce…

017 

018 - una statua di Padre Pio

018 

019 - …Con una deviazione di circa 4 Km tra andata e ritorno ed un tempo di 1,30 ore si può andare

a visitare il centro storico...il castello di Montelibretti

019 

020 - particolare di una torre del castello di Montelibretti

020 

021 - la chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari nel centro storico di Montelibretti

021 

022 - una lapide a ricordo di un milite del Reggimento dei Zuavi Pontifici fissata vicino all’arco d’ingresso del

centro storico di Montelibretti (13 Ottobre 1867)

022 

023 - un’altra lapide fissata sul muro del castello di Montelibretti, sempre a ricordo di un altro milite del

Reggimento dei Zuavi Pontifici caduto in battaglia (14 Ottobre 1867)

023 

024 - una statua a “perpetuo ricordo degli italiani che primi qui pugnarono e caddero per la liberazione di

Roma il 13 Ottobre 1867”

024 

025 - riprendendo il Cammino di Francesco… si giunge ad un incrocio con 5 vie. Si imbocca Via Valle Spaziani

iniziando a scendere in direzione Sud-Ovest…

025 

026 - …continuare sulla strada principale, possiamo prendere come riferimento i pali di una linea elettrica...

026 

027 - si cammina sempre tra terreni boscosi o coltivati

027 

028 - …Alla biforcazione di quota 95 m si va a sinistra, anche la linea elettrica va in quella direzione…

028 

029 - …ad un secondo incrocio andare a destra (qui manca l’indicazione del Cammino, sulla strada da non

prendere c’è una grande quercia isolata)... 

029 

030 - …Appena superato il bivio, in fondo, si nota un’altra grande quercia isolata che si trova lungo la strada di

sinistra di una ennesima biforcazione (c’è il segnale del Cammino di Francesco), andare a sinistra...

030 

031 - …Infine si esce sulla Via Vecchia Nomentana, località Tre Ponti…

031 

032 - …Prima di continuare il Cammino possiamo andare a vedere una interessante sorgente di acqua sulfuria…

032 

033 - con una piccola deviazione una vera sorpresa, acqua sulfuria

033 

034 - la sorgente di acqua sulfuria

034 

035 - …Ritornati nei pressi del bar-ristorante si prosegue lungo la Via Vecchia Nomentana (direzione Sud-Ovest)…

035 

036 - via asfaltata ma poco trafficata

036 

037 - …percorsi circa 1,7 Km si giunge al bivio con la Strada Provinciale 22b…

037 

038 - …a destra c’è un fontanile, quota 120 m…

038 

039 - …Si svolta a destra, la via prende il nome di Strada dell’Osteria di Moricone…

039 

040 - …dopo 2,3 Km si è all’incrocio con la strada Provinciale 35d, quota 95 m… Si continua dritti in Via Santa

Maria delle Camere…

040 

041 - … poi la strada, sempre asfaltata, si restringe e scende fino ad attraversare, su un ponte, il Fosso della Fiora.

A sinistra si nota un rudere che era l’antico “Molino Fiora”…

041 

042 - …si prosegue lungo una strada, ancora asfaltata, che va in piano tra terreni erbosi, alberi e frutteti…

042 

043 - edicola sacra

043 

044 - …In alto a destra si nota la Torre Fiora, un’altissima costruzione che un tempo apparteneva ad un borgo

fortificato (XIII sec.) ora è isolata in questa parte della campagna romana...

044 

045 - …Dopo circa 1 Km la strada piega a sinistra e sale fino a passare vicino ad un traliccio dell’alta tensione,

qui c’è una biforcazione e l’asfalto termina, quota 65 m…

045 

046 - …Si prosegue dritti in discesa, davanti si nota il bel prato verde di Colle Lupo…

046 

047 - …Attraversato il Fosso della Bufala, quota 45 m, si sale tra bosco e coltivazioni su una sterrata dissestata…

047 

048 - inizio della strada asfaltata per il Casale di Grotta Marozza

048 

049 - Casale di Grotta Marozza

049 

050 - alcuni vecchi silos in cemento

050 

051 - pecore e agnelli al pascolo

051 

052 - …Ancora avanti fino all’incrocio con la Strada Provinciale 25a che si prende a destra…

052 

053 - percorsi 250 m della SP25a ad una biforcazione lasciare la Provinciale per seguire a destra una strada

parallela (cartello giallo-blu del Cammino di Francesco)

053 

054 - …Quando questa termina continuare dritti, c’è una freccia gialla su un palo in cemento della

corrente elettrica…

054 

055 - …Si sale una corto pendio e si continua dall’altra parte su una vecchia strada asfaltata invasa dall’erba…

055 

056 – la cava abbandonata da tempo

056 

057 - …Quando ci si avvicina all’autostrada la strada gira a destra (verso la cava), invece si va a sinistra (qui non

ci sono indicazioni)…

057 

058 - …e si scende la scarpata sottostante lungo un sentiero che ci porta ad incrociare la SP25a un metro prima

del ponte sopra il quale passa il raccordo autostradale Firenze-Napoli…

058

059 - …Appena dopo il ponte si va a destra seguendo un sentiero (all’inizio segnato molto bene) che corre

parallelo all’autostrada…

059 

060 - il sentiero da percorrere evitando così di seguire la SP25a (che in questo tratto prende il nome di Via

Castelchiodato) molto trafficata e pericolosa

060 

061 - il sentiero per un tratto si avvicina all’autostrada

061 

062 - il sentiero passa su una vecchia strada parallela alla SP25a

062 

063 - il sentiero da seguire (in questo tratto i punti dubbi sono ben segnati)

063 

064 - un passaggio obbligato per gli escursionisti

064 

065 - sentiero parallelo a Via Castelchiodato

065 

066 - il sentiero parallelo a Via Castelchiodato termina al semaforo dell’incrocio con la SP25b.

066 

067 - la pista ciclabile di Monterotondo

067 

068 - l’ingresso in città

068 

069 - …Si prosegue lungo il Viale Bruno Buozzi, si passa accanto all’ospedale e si giunge nel centro

storico della città…

069 

070 - verso il centro storico di Monterotondo

070 

071 - palazzo Orsini-Barberini

071 

072 - cartello del Cammino di Francesco

072 

073 - la via centrale di Monterotondo

073 

074 - la Cattedrale di Monterotondo, Basilica di Santa Maria Maddalena

074   

  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:

Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;

Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;

Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.

Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

Sig. Giuseppe Albrizio
Cod Fiscale: LBR GPP 55D04 B077T
Via Vicoletto, 4 - Cittaducale (RI)

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare. Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Maggio 2015

Copyright © 2014. Tutti i Diritti Riservati / All Rights Reserved - Giuseppe Albrizio