Le Mie Passeggiate

il sito di Giuseppe Albrizio

Tappa n. 013 - Cammino di Francesco; Poggio Bustone-Sorgente di Santa Susanna-Villa d'Assio-Greccio (Santuario di San Francesco)

La Via di Roma

La Via Francigena di San Francesco

Cammino di Francesco

Poggio Bustone-Sorgente di Santa Susanna-Hotel Relais Villa d’Assio-Greccio (Santuario di San Francesco)

Tempo complessivo 7 ore - ascesa 450 m - discesa 700 m - Km 24 - traccia GPX

Itinerario:

Visitato il Convento di San Giacomo, quota 818 m, dal piazzale, spalle al Santuario, si percorre la strada di sinistra, Via San Giacomo, seguendo i cartelli giallo-blu ed i segni di vernice dello stesso colore. Attraversata una piazza, prima dell’arco d’ingresso al centro storico si prende a sinistra, si passa accanto ad un interessante monumento “il Tosatore”, si scendono delle scalette in cemento e si continua a perdere quota tra i vicoli della parte Est del paese.

Si passa una piccola edicola sacra con accanto una fontana; la strada da lastricata si fa cementata ed infine sterrata. Attraversato il fosso della Valle Petrinara si arriva ad una biforcazione, quota 630 m, dove ci sono cartelli escursionistici (20 minuti - ascesa nulla – discesa circa 200 m - 1,5 Km). Ottima la vista sul paese di Poggio Bustone e sui numerosi ed antichi muri a secco che scendono dal pendio del versante Sud che formano delle terrazze coltivate ad oliveto.

Trascurata la via di sinistra, che porta al Santuario della Foresta, si continua dritti fiancheggiando a destra il letto del fosso che scende dalla Valle Petrinara. Passata una casa di campagna, quota 582 m, ad un incrocio, pochi metri prima di raggiungere la strada Provinciale 2, si segue la sterrata di sinistra e subito dopo si devia a destra per proseguire lungo una mulattiera che rimane in piano e costeggia alcuni giardini ed orti delle case che si hanno  a destra. Infine si entra nel piccolo borgo di Coenere, quota 554 m.

Al primo bivio si va a sinistra, al secondo a destra, si attraversa la Strada Provinciale 2 e si continua sempre nella stessa direzione (Ovest). Alcuni tratti del Cammino coincidono con la Via della Misericordia che collega Cracovia (Polonia) a Roma, altri con la Via di San Benedetto che collega Norcia con Cassino. Si trascura una strada a destra e si giunge ad un incrocio a T dove si gira a destra. Fatti alcune decine di metri ad un altro bivio si va a sinistra (direzione Sud-Ovest).

Si continua sempre dritti passando in un ombroso viale alberato ed infine, superato un mobilificio, si costeggia la Strada Provinciale 2a (Ponte Crispoldi-Poggio Bustone) sfruttando una pista al lato sinistro, senso di marcia. Appena termina la pista, quota 382 m, incrocio con Via Giovannone, si prende a sinistra, si passa un ponticello e subito dopo si continua a destra seguendo un tracciato poderale parallelo alla strada Provinciale.

Si passa vicino a due edifici, uno sede del Volo Libero e Parapendio di Poggio Bustone e l’altro della Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, nei pressi c’è un fontana (1,20 ore - ascesa nulla - discesa 450 m - Km 5).

Subito dopo si è ad un doppio quadrivio; la sterrata di sinistra, segnalata come Via di Francesco, che si trova prima del ponticello, è un vecchio percorso del Cammino che non viene più utilizzato, lo sconsiglio perché è per esperti, un tratto è vietato in tutte le stagioni tranne che in estate, ed altri tratti (compreso quello vietato) è ingombro dalla vegetazione. Chi vuol curiosare può pigiare qui: Sentiero di San Francesco - degli Aironi e dei Cormorani.

Superato il ponticello si attraversa la Strada Provinciale 2a e si continua dritti lungo la strada poderale che si ha di fronte. Si passa accanto ad uno stazzo, si attraversano alcuni campi coltivati e trascurate tutte le deviazioni a destra ed a sinistra si arriva alla fine della sterrata dove c’è un incrocio a T. Si gira a destra, si affianca un campo sportivo da calcio e al bivio successivo si gira a sinistra. Superato il cimitero ci si immette su una strada più importante, Via Tosoni, che presa a sinistra ci porta presso la Sorgente di Santa Susanna, quota 380 m (2 ore - ascesa nulla - discesa 500 m - Km 8).

Dalla Sorgente si attraversa la Strada Provinciale 3 (Via Santa Susanna), direzione Ovest, e si imbocca la strada asfaltata che abbiamo di fronte, a sinistra c’è un grande parcheggio con un bar. All’incrocio con alcune strade sterrate si segue la prima a sinistra, direzione Sud-Ovest. Quando questa termina, presso un crocevia con strade asfaltate, località Santa Maria, si continua ad andare dritti fino all’intersezione con la Strada Provinciale 3b che si segue per circa 200 metri a sinistra.

Al successivo incrocio si va a destra, si attraversano i piccoli centri abitati di Pretaro e Colle Viglia e si giunge al bivio con la Strada Statale 79 che si percorre a destra. Dopo tre tornanti in corrispondenza del quarto si giunge ad un crocevia (località La Spera, quota 418 m, a sinistra c’è un posto ristoro). Si prende a sinistra, si passa davanti al locale dove è possibile mangiare carne alla brace, e subito dopo si imbocca a destra la Strada Comunale Cornacchiara (ci sono le indicazioni anche per la Villa Romana Quinto Assio, I Sec. a.C.).

La strada è sterrata, alla prima biforcazione, dopo circa 400 metri, quota 390 m, si va a destra seguendo una strada poderale che rimane in piano tra boschi e campi coltivati; percorsi 800 metri, quota 393 m, si perviene ad un altro incrocio, di fronte c’è una bellissima edicola sacra (Regina Pacis) con accanto un alto cipresso (3 ore - ascesa 50 m - discesa 550 m - Km 11,6).

Le bandierine di vernice giallo-blu ci sono sempre anche se in alcuni punti la vegetazione tende a nasconderle, si prende a destra, si passa vicino ad un bottino abbandonato, si attraversa una macchia di bosco e si giunge nella località Villa d’Assio dove, al bivio, si va a sinistra. Si arriva così di fronte alla Quercia di San Nicola, un albero centenario di roverella, Quercus pubescens, Monumento Naturale. Poco avanti si passa vicino ad una villa ristrutturata e ben tenuta e subito dopo davanti ai ruderi di una “Villae Rusticae” appartenuta a Quinto Assio che fu console nel 55 a. C.

Della Villa Romana rimane un tratto murario con imponenti nicchioni ed una cisterna d’acqua piovana utilizzata sino ad oggi. Costeggiate le mura, si apre e si richiude un recinto di fil di ferro spinato e si giunge al bivio con una strada sterrata da dove ci si affaccia sull’ottima struttura dell’Hotel Relais Villa d’Assio (Case Mazzetti su IGM, quota 390 m) e su una grande troticoltura che sfrutta le acque che passano nel canale della sorgente di Santa Susanna.

Si va a destra: per visitare la cisterna o almeno guardarla da fuori bisogna portarsi presso un pozzo di presa di fattura recente che si trova sulla volta del serbatoio, sopra le mura, visibile da questo tratto di strada; dietro la costruzione c’è lo stretto passaggio che ci porta al livello dell’acqua.

Ritornati sulla sterrata si continua a destra (Nord) per poche decine di metri, fino a superare una catena oltre la quale ci si immette su una sterrata che, seguita a sinistra, ci porta presso il parcheggio del Residence. Superata la struttura turistica si passa accanto ad un B&B e si attraversa il Canale di Santa Susanna su un ponte, a sinistra abbiamo la grande troticoltura vista pochi minuti prima dall’alto (3,40 ore - ascesa 80 m - discesa 600 m - Km 13,6).

Si continua lungo l’argine sinistro (senso orografico) del corso d’acqua; se questo dovesse risultare ingombro dalla vegetazione si può percorrere la strada asfaltata che corre parallela al terrapieno, a sinistra si nota una grande fattoria. Dopo 2 chilometri si riattraversa il fiume e appena superato il ponte si segue la sterrata di sinistra che continua affiancata al rio.

Si lascia a destra un impianto di depurazione di acque reflue (fognarie), si passa accanto ad una lapide che ricorda un giovane morto nel 1944 e si intercetta la strada asfaltata della località Torrone proprio nel punto dove c’è la confluenza del Canale di Santa Susanna con il Fiume Velino, quota 370 m. Si prosegue a sinistra aggirando la collina boscosa (Monte Rotondo) che si notava già da un bel pezzo e che ora abbiamo sulla destra. Passato l’ultimo casale la strada diviene sterrata, attraversa dei campi coltivati ed al bivio si va a sinistra arrivando, subito dopo, presso un viadotto della Strada Statale 79bis Ternana a scorrimento veloce.

Bisogna attraversare il Fiume Velino ed in questa zona l’unico ponte che si può utilizzare per superare l’ostacolo è proprio quello della Strada Statale. Occorre risalire la scarpata sulla destra, sempre confortati dai segni giallo-blu (c’è un sentiero con gradini di legno), percorrere la passerella pedonale sulla sinistra (uno stretto camino lungo 80 metri protetto da ambo i lati da rete metallica alta più di 2 metri) e ridiscendere la scarpata ancora sulla sinistra fino alla sterrata sottostante che si segue a sinistra.

Si passa sotto il cavalcavia e si continua su una sterrata poderale. Ad un bivio si va a destra, si attraversa su un ponte un canale, Fosso Maraone, e si giunge in un borgo abbandonato, Repasto, quota 381 m, dove si nota un’antica chiesa in parte crollata. Ancora avanti si supera la ferrovia ed un rio tramite ponti e ci si immette sulla Strada Provinciale 1 che si segue a sinistra, Sud (5,10 ore - ascesa 80 m - discesa 600 m - Km 18,6).

Percorsi circa 400 metri si imbocca a destra una strada sterrata che si segue nel bosco. Ad un bivio andare a sinistra continuando sempre in direzione Sud. Superata la località Casaletto (a sinistra si vede un casale ricoperto dalla vegetazione), quota 456 m, si lascia la via più larga per imboccare a sinistra una piccola mulattiera, sempre ben segnata, in questo tratto, oltre che dalle bandierine giallo-blu anche da quelle bianco-rosso.

Si continua lungamente nel bosco con qualche saliscendi fino ad incontrare una sterrata che si segue a destra, località la Forcella, quota 527 m. Poco prima di arrivare nel centro abitato di Pie’ di Loggio, ad una biforcazione, si trascura la sterrata che va in netta salita a destra ed è segnata da bandierine bianco-rosso e si va dritti. Si costeggia il muro di recinzione del giardino di una casa e si arriva al bivio con una strada asfaltata comunale, Via Forcella; si prende a destra e subito dopo, ad un altro incrocio, a sinistra, sempre seguendo la via principale.

Infine ci si immette in Via dei Frati che presa a destra ci porta al Santuario di Greccio (7 ore - ascesa 450 m - discesa 700 m - Km 24).

cartina 1-3

000a

cartina 2-3

000b

cartina 3-3

000c 

001 - il Santuario di San Giacomo, Poggio Bustone

001

002 - un cartello escursionistico dove sono riportati i Santuari della Valle Reatina

002 

003 - affresco raffigurante San Francesco e i suoi primi frati, Chiesa di San Giacomo il Maggiore

(Santuario di Poggio Bustone)

003 

004 - un altro affresco sempre nella Chiesa di San Giacomo il Maggiore

004 

005 - una bella croce dipinta sospesa sopra l’altare

005 

006 - il cortile del Santuario di Poggio Bustone

006 

007 - una bella statua di San Francesco

007 

008 - un quadro realizzato con mattonelle di ceramica, raffigura San Francesco, la Porziuncola e Assisi

008 

009 - un busto di San Francesco

009 

010 - un altro quadro di ceramica

010 

011 - un monumento dedicato al Tosatore

011 

012 - le scalette di cemento da scendere

012 

013 - piccola edicola sacra con fontana

013 

014 - il segno più caro per Francesco, il Tau, rivelatore di una convinzione spirituale profonda che solo nella

Croce di Cristo è la salvezza di ogni uomo

014 

015 - uscendo da Poggio Bustone

015 

016 - bivio, a destra si continua per il Santuario di Greccio a sinistra per il Santuario della Foresta.

Una parte del percorso coincide con il Cammino di San Benedetto

016 

017 - Poggio Bustone

017 

018 - un viale alberato

018 

019 - pista del Cammino di Francesco al lato sinistro (senso di marcia) della Strada Provinciale 2a

(Ponte Crispoldi-Poggio Bustone)

019 

020 - …Si passa vicino a due edifici, uno sede del Volo Libero e Parapendio di Poggio Bustone e l’altro della

Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, nei pressi c’è un fontana…

020 

020a - …Subito dopo si è ad un doppio quadrivio; la sterrata di sinistra, segnalata come Via di Francesco,

che si trova prima del ponticello, è un vecchio percorso del Cammino che non viene più utilizzato

(che fiancheggia la Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile), lo sconsiglio perché è per esperti, un tratto

è vietato in tutte le stagioni tranne che in estate, ed altri tratti (compreso quello vietato) è ingombro dalla

vegetazione... Chi vuol curiosare può pigiare qui: itinerario 012a

020a 

021 - il ponticello da oltrepassare nei pressi del doppio quadrivio

021 

022 - …si passa accanto ad uno stazzo…

022 

023 - …si affianca un campo sportivo da calcio…

023 

024 - Sorgente di Santa Susanna

024 

025 - un cigno nel laghetto della Sorgente di Santa Susanna

025 

026 - la Sorgente di Santa Susanna, quota 380 m

026 

027 - …Dalla Sorgente si attraversa la Strada Provinciale 3 (Via Santa Susanna), direzione Ovest, e si imbocca

la strada asfaltata che abbiamo di fronte, a sinistra c’è un grande parcheggio con un bar…

027 

028 - …All’incrocio con alcune strade sterrate si segue la prima a sinistra…

028 

029 - il borgo di Apoleggia, frazione del comune di Rivodutri

029 

030 - …bivio con la Strada Statale 79 che si percorre a destra…

030 

031 - …Dopo tre tornanti in corrispondenza del quarto si giunge ad un crocevia (località La Spera, quota 418 m,

a sinistra c’è un posto ristoro). Si prende a sinistra…

031 

032 - …si passa davanti al locale dove è possibile mangiare carne alla brace, e subito dopo si imbocca a destra la

Strada Comunale Cornacchiara (ci sono le indicazioni anche per la Villa Romana Quinto Assio, I Sec. a.C.)…

032 

033 - …La strada è sterrata, alla prima biforcazione, dopo circa 400 metri, quota 390 m, si va a destra seguendo

una strada poderale che rimane in piano tra boschi e campi coltivati…

033 

034 - bellissima edicola sacra Regina Pacis

034 

035 - particolare dell’edicola sacra

035 

036 - bottino abbandonato

036 

037 - strada poderale con campi di girasole

037 

038 - …Si arriva così di fronte alla Quercia di San Nicola, un albero centenario di roverella,

Quercus pubescens, Monumento Naturale…

038 

039 - …ruderi di una “Villae Rusticae” appartenuta a Quinto Assio che fu console nel 55 a. C….

039 

040 - …si giunge al bivio con una strada sterrata da dove ci si affaccia sull’ottima struttura dell’Hotel Relais Villa

d’Assio (Case Mazzetti su IGM, quota 390 m) e su una grande troticoltura che sfrutta le acque che passano nel

canale della sorgente di Santa Susanna….

040 

041 - …per visitare la cisterna o almeno guardarla da fuori bisogna portarsi presso un pozzo di presa di fattura

recente che si trova sulla volta del serbatoio, sopra le mura, visibile da questo tratto di strada; dietro la costruzione

c’è lo stretto passaggio che ci porta al livello dell’acqua….

041 

042 - la cisterna della villa romana Quinto Assio

042 

043 - particolare del residence Hotel Relais Villa d’Assio

043 

044 - Canale di Santa Susanna

044 

045 - una grande fattoria che si nota percorrendo l’argine del Canale di Santa Susanna

045 

046 - la collina boscosa di Monte Rotondo che si aggira sulla sinistra

046 

047 - lapide che ricorda un giovane morto nel 1944

047 

048 - …arrivando, subito dopo, presso un viadotto della Strada Statale 79bis Ternana a scorrimento veloce.

Bisogna attraversare il Fiume Velino ed in questa zona l’unico ponte che si può utilizzare per superare l’ostacolo

è proprio quello della Strada Statale…

048 

049 - …Occorre risalire la scarpata sulla destra, sempre confortati dai segni giallo-blu

(c’è un sentiero con gradini di legno)…

049 

050 - …percorrere la passerella pedonale sulla sinistra (uno stretto camino lungo 80 metri protetto da ambo i lati

da rete metallica alta più di 2 metri) e ridiscendere la scarpata ancora sulla sinistra fino alla sterrata sottostante

che si segue a sinistra...

050 

051 - in vista del borgo abbandonato di Repasto, quota 381 m

051 

052 - la chiesa di Repasto

052 

053 - particolare dei ruderi della chiesa di Repasto

053 

054 - il borgo di Repasto

054 

055 - interno della chiesa di Repasto

055 

056 - il ponte sulla ferrovia

056 

057 - incrocio con la Strada Provinciale 1 che si segue a sinistra

057 

058 - …Percorsi circa 400 metri (della Strada Provinciale 1) si imbocca a destra una strada sterrata che si

segue nel bosco…

058 

059 - …Superata la località Casaletto (a sinistra si vede un casale ricoperto dalla vegetazione),

quota 456 m, si lascia…

059 

060 - piccola mulattiera sempre ben segnata

060 

061 - …Si costeggia il muro di recinzione del giardino di una casa e si arriva al bivio con una strada asfaltata

comunale, Via Forcella…

061 

062 - lungo la strada comunale Via Forcella

062 

063 - …Infine ci si immette in Via dei Frati che presa a destra ci porta al Santuario di Greccio…

063 

064 - il Santuario Francescano di Greccio

064 

065 - un gruppo di pellegrini austriaci

065 

066 - una bella statua di San Francesco che saluta i pellegrini che salgono verso il Santuario

066 

067 - il Santuario di Greccio

067 

068 - l’interno della chiesa del Santuario di Greccio

068 

069 - il presepe che si trova nella chiesa

069  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:

Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;

Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;

Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.

Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

Sig. Giuseppe Albrizio
Cod Fiscale: LBR GPP 55D04 B077T
Via Vicoletto, 4 - Cittaducale (RI)

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare. Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Maggio 2015

Copyright © 2014. Tutti i Diritti Riservati / All Rights Reserved - Giuseppe Albrizio