Tappa n. 015 - Cammino di Francesco; Santuario della Foresta-Rieti-Santuario di Fontecolombo

La Via di Roma

La Via Francigena di San Francesco

Cammino di Francesco

Santuario della Foresta, Rieti, Santuario di Fontecolombo

Tempo complessivo 3 ore - ascesa 170 m - discesa 150 m - Km 12,2 - traccia GPX

Itinerario:

Visitato il Santuario della Foresta, quota 520 m,  si prosegue verso Rieti passando in un viale alberato dove ci sono le edicole sacre che raccontano la Passione di Gesù e qualche momento di vita di San Francesco. Ottima la vista sul bellissimo ed ordinato orto del convento.

Al bivio con la Strada Provinciale 7, Foresta-Castelfranco-Vazia, si prosegue dritti, in discesa, sulla strada asfaltata (Via Foresta). Si passa accanto ad un grande edificio abbandonato, Villa Francesco Marinelli De Marco, quota 505 m, si sfiora un’edicola sacra (Crocefisso con un aiuola di ghiaie), e si continua a scendere fino ad un bivio, quota 478 m, con una strada sterrata a destra dove ci sono le seguenti indicazioni: antica Via della Foresta “sul Cammino di Francesco”, chiesetta dell’ex convento dei Cappuccini Vecchi (fra i più antichi del Lazio) e la Villa dell’Annunziata (20 minuti - Km 1,5).

Si prende a destra costeggiando la Villa dell’Annunziata, si passa vicino ad una fontana rudimentale (tubo con rubinetto), accanto ad un antico cippo, alla chiesetta dell’ex convento, al cancello d’ingresso della Villa e si continua in discesa lungo la sterrata fino ad immettersi di nuovo sulla Via Foresta; a sinistra c’è un’altra edicola sacra con l’immagine della Madonna.

Si percorrono poche centinaia di metri e si giunge ad un incrocio, presso una curva, con una strada proveniente da destra, quota 450 m. Si segue questa via e si arriva ad una biforcazione in corrispondenza di un’altra curva, si continua dritti superando una sbarra. La carrozzabile termina presso un bottino, si va avanti lungo un sentiero che più in basso termina sulla Strada Provinciale che si segue a destra, quota 410 m.

Dopo 1 Km si giunge a Rieti presso la rotonda del Largo Luigi Colarieti (fin qui, dal Santuario, 45 minuti - ascesa irrilevante - discesa 150 m - Km 3,5).

Si continua per Via Angelo Maria Ricci (direzione Sud), si passa il piazzale del cimitero e al successivo bivio si prosegue a destra sempre seguendo la stessa via. Si passa sotto un viale alberato di pini, si supera un passaggio a livello e all’incrocio, di fronte alle mura medievali, si segue a destra il Viale Tommaso Morroni.  

Giunti vicino alla stazione ferroviaria, che si ha a destra, si va a sinistra in Piazza Giuseppe Mazzini, si piega verso destra e si attraversa Piazza Guglielmo Oberdan. Spostandosi verso sinistra si imbocca Via Pescheria che ci porta in Piazza Emanuele II.

Ancora avanti si percorre un piccolo tratto di Via Cintia e si giunge in Piazza Mariano Vittori dove c’è una statua di San Francesco e il Duomo (30 minuti - ascesa irrilevante - discesa irrilevante - Km 2,2).

Dopo una visita al Duomo ed una visita alla città di Rieti si riparte dalla statua di San Francesco, si ripercorre al contrario un piccolo tratto di Via Cintia, si attraversa Piazza Vittorio Emanuele II e si va a destra in Via Roma. Si attraversa il ponte sul Fiume Velino (in basso a sinistra si può ammirare i resti del vecchio ponte romano) e subito dopo si va a destra seguendo l’argine del fiume sul lungovelino intitolato ai fratelli Giuseppe, Luigi e Antonio Conti.

Giunti presso il ponte Giovanni XXIII si segue a sinistra il tratto di ciclovia parallelo a Via Sacchetti Sassetti. Al semaforo si va a destra e, rimanendo sempre a destra, si imbocca il lungovelino Don Giovanni Olivieri. Si cammina sull’argine avendo la strada asfaltata a sinistra, quando il terrapieno non è più percorribile si scende a sinistra e si continua sulla strada principale trascurando un incrocio con Via Velinia; dopo 50 metri si è ad un bivio più grande dove si continua a sinistra in Via Domenico Di Carlo fino al crocevia con la Strada Provinciale Tancia (40 minuti - ascesa irrilevante - discesa irrilevante - Km 3,2).

Si prende a destra la Provinciale e percorsi 250 metri si gira a sinistra in Via Pantano. Si prosegue su questa via, si passa sotto la Strada Statale 79 Terni-Rieti e al bivio successivo si va a destra in Via Pistignano (località Case San Benedetto). Incrociata nuovamente la Strada Provinciale 46 Tancia la si segue a sinistra; subito dopo un distributore di benzina si va a sinistra in Via Selva Piana (20 minuti - 1,3 Km). Alla biforcazione presso il cancello Nord d’ingresso di un campo sportivo si prende a destra seguendo una ripida sterrata percorribile solo dai trattori.

La via sale compiendo alcuni tornanti, si passa accanto ad un’edicola sacra, alla Fonte delle Colombe (quota 455 m), ad una Croce di legno e, poco prima di uscire sul piazzale del convento di Fontecolombo (quota 549 m), ad un’altra edicola sacra (45 minuti - ascesa 170 m - discesa irrilevante - 2 Km).

Interessante è vedere il chiostro, la chiesa, il romitorio e il sacro speco dove San Francesco ricevette dal Signore la conferma della Regola dei Frati Minori.

Cartina 1-2

000a

Cartina 2-2

000b

001 - il Santuario della Foresta

001 

002 - particolare del Santuario della Foresta

002 

003 - Villa Francesco Marinelli De Marco…lungo il Cammino di Francesco

003 

004 - particolare dell’antico rosone in ceramica

004 

005 - edicola sacra

005 

006 - indicazione lungo il Cammino di Francesco

006 

007 - chiesetta dell’ex convento dei Cappuccini Vecchi

007 

008 - targa sul portone della chiesetta

008 

009 - antico termine, non ci sono insegne scolpite

009 

010 - Villa dell’Annunziata

010 

011 - edicola sacra

011 

012 - tabelle del Cammino di francesco

012 

013 - il Cammino continua dall'altra parte della sbarra

013 

014 - bottino

014 

015 - la strada dopo il bottino diventa mulattiera

015 

016 - alcuni pellegrini entrano a Rieti

016 

017 - sistema d’irrigazione per terreni agricoli nella Piana di Rieti

017 

018 - Largo Luigi Colarieti

018 

019 - un altro gruppo di pellegrini in direzione Rieti

019 

020 - Via Angelo Maria Ricci

020 

021 - edicola sacra

021 

022 - le mura medioevali di Rieti

022 

023 - la Basilica di Sant’Agostino

023 

024 - monumento a Marco Terenzio Varrone

024 

025 - Piazza Emanuele II

025 

026 - altro scorcio della Piazza Emanuele II

026 

027 - Piazza Mariano Vittori con la statua di San Francesco e il duomo

027 

028 - una bellissima rappresentazione nel Duomo di Rieti

028 

029 - la cripta o basilica inferiore del Duomo di Rieti

029 

030 - il Fiume Velino, il Ponte Romano e il Terminillo

030 

031 - si segue la pista ciclabile fino a prendere il lungovelino Don Giovanni Olivieri

031 

032 - impianto di presa d’acqua sul Fiume Velino

032 

033 - Via Domenico Di Carlo

033 

034 - incrocio di Via Pantano con Via Pistignano, località Case San Benedetto

034 

035 - una vecchia segnaletica del Cammino di Francesco

035 

036 - la larga mulattiera che sale verso il Santuario di Fontecolombo

036 

037 - la segnaletica più recente

037 

038 - la via diviene sempre più larga ma percorribile solo da mezzi fuoristrada

038 

039 - edicola sacra presso la Fonte delle Colombe

039 

040 - una Croce di legno

040 

041 - il Santuario di Fontecolombo

041 

042 - il chiostro

042 

043 - orologio solare (meridiana)

043 

044 - una statua di San Francesco malato agli occhi

044 

045 - l’interessante racconto dell’operazione agli occhi di San Francesco

045 

046 - il Sacro Speco dove San Francesco ricevette dal Signore la conferma della Regola dei Frati Minori

046 

047 - lapide che ricorda la data della conferma della Regola dei Frati Minori, 1223

047 

048 - Rieti e il Terminillo visti dal Sacro Speco

048