Appennino oltre i 2000 metri

Punta Trento, Monte il Bicchero, Monte Cafornia, Monte Velino; da Capo Pezza per il Colle dell'Orso e il Colle del Bicchero

Punta Trento, Monte il Bicchero, Monte Cafornia, Monte Velino

da Capo Pezza per il Colle dell'Orso e il Colle del Bicchero

Introduzione:

La salita sul Monte Velino, da qualsiasi versante venga effettuata, è una delle più lunghe e faticose dell’Appennino; anche questa, sotto descritta, nonostante che la quota di partenza sia la più alta possibile, 1535 m, non smentisce quanto sopra scritto.

L’avvicinamento alla base di partenza è meglio affrontarlo con un’auto adatta allo sterrato - Traccia GPX

altra escursione simile: Monte Rozza-Monte di Sevice-Monte Costognillo-Monte Velino

Tempo di salita 4,30 ore

tempo di discesa 3,30 ore  

ascesa all’andata 1160 m

ascesa al ritorno 210 m

ascesa complessiva 1370 m

km percorsi tra andata e ritorno 20,3

Fare riferimento alla cartina 1:25000 “I SENTIERI MONTANI DELLA PROVINCIA DELL’AQUILA, 2, I GRUPPI M. OCRE - M. CAGNO - M. CAVA - M. SAN ROCCO - M. ORSELLO - M. PUZZILLO” S.E.L.C.A. Firenze.

Percorso auto:

Dall’Aquila si prende la S.S. Vestina Sarentina N° 5 bis per l’Altopiano delle Rocche, poco dopo aver superato il centro di Rocca di Mezzo si imbocca sulla destra (direzione Sud-Ovest) la strada asfaltata (attualmente, Giugno 2012, tenuta in pessime condizioni) per il Vado di Pezza.

Giunti al valico (quota 1470 m) si supera un edificio di recente costruzione e subito dopo si imbocca la strada sterrata che scende in direzione Ovest (destra) nel Piano di Pezza. Attraversato tutto il pianoro si parcheggia alla fine dello stesso, località Capo Pezza 1535 m (c’è un cartello di divieto di transito).

Lo stesso punto si raggiunge da chi proviene da Roma dopo aver percorso la Strada dei Parchi, Autostrada A24 Roma-L’Aquila e A25 Torano-Chieti-Pescara uscita Aielli-Celano, superato Celano si seguono le indicazioni per Ovindoli e Rocca di Mezzo.

Descrizione:

A piedi si continua ancora per un centinaio di metri lungo la sterrata fino ad incontrare un cartello escursionistico che indica la via in direzione Ovest (destra). Si lascia la rotabile che prosegue sul prato in direzione Sud-Ovest e si imbocca il sentiero (all’inizio, largo e dal fondo comodo) che entra nel bosco di Valle Cerchiata.

All’uscita dal bosco (quota 1790 m - 0,40 ore) si giunge ad un bivio (cartello), si trascura il sentiero di destra che prosegue per il Rifugio Vincenzo Sebastiani e si va a sinistra verso il Colle dell’Orso.

Si sale a zigzag e a tornanti lo Iaccetto di Capo Pezza e il desolato anfiteatro che si ha di fronte fino al valico del Colle dell’Orso (quota 2175 m - 1,10 ore), stupendo il panorama sul Monte Velino e sui suoi pietrai. Continuando a salire in direzione Sud-Est in 15 minuti si raggiunge la vetta della Punta Trento 2243 m.

Ora si scende in direzione Sud verso l’evidente Colle del Bicchero, 2075 m, che separa la Valle di Teve ad Ovest con la Valle del Bicchero ad Est (il sentiero qui è meno evidente e richiede attenzione al ritorno in caso di nebbia fitta). Si continua in salita, sempre nella stessa direzione, e si passa accanto alla cima del Monte il Bicchero (2161 m - 0,30 ore), la deviazione dal sentiero all’omino di vetta è di 2 minuti.

Si prosegue sull’evidente traccia con un paio di leggeri saliscendi fino sul Monte Cafornia (2424 m - 1,15 ore). Dal Monte Cafornia si percorre una bella e panoramica cresta raggiungendo il Monte Velino in 0,45 ore, 2486 m.

Il ritorno per la stessa via richiede  3,30 ore.

cartina 1-1

cartina 1-1 Capo di Pezza Monte Velino

001 - Capo Pezza, 1535 m

001

002 - cartelli escursionistici destinati a non durare a lungo, sono fatti di materiale poco resistenti

alle intemperie

002

003 - all’uscita dal bosco di Valle Cerchiata

003

004 - cartelli escursionistici presso il bivio all’uscita dalla Valle Cerchiata 1790 m

004

005 - il desolato anfiteatro all’uscita dalla Valle Cerchiata

005

006 - in fondo la Punta Trento 2243 m

006

007 - salendo verso il Colle dell’Orso

007

008 - salendo verso il Colle dell’Orso

008

009 - salendo verso il Colle dell’Orso

009

010 - il Costone 2271 m

010

011 - tutti i cartelli escursionistici posti in questa zona, come gia detto, sono fatti di materiale scadente,

non fanno eccezione quelli sul Colle dell’Orso, 2175 m

011

012 - la Valle di Teve vista dal Colle dell’Orso

012

013 - Monte il Bicchero, Monte Cafornia e Monte Velino visti salendo verso la Punta Trento

013

014 - altro cartello escursionistico nei pressi della Punta Trento

014

015 - si prosegue prima in discesa perdendo 170 metri di dislivello e poi di nuovo in salita

015

016 - segnaletica dell’alta via del Velino-Sirente

016

017 - un cavallo si rinfresca

017

018 - risalendo il versante Nord del Monte Cafornia

018

019 - salendo sul Cafornia dalla Sella del Bicchero, una caratteristica buca

019

020 - la Croce del Monte Cafornia tra la nebbia

020

021 - ai piedi del Monte Cafornia

021

022 - Monte Cafornia 2424 m

022

023 - sul Monte Cafornia 2424 m

023

024 - sul Monte Cafornia 2424 m

024

025 - la cresta tra il Monte Cafornia e il Monte Velino

025

026 - la cresta tra il Monte Cafornia e il Monte Velino

026

027 - la cresta tra il Monte Cafornia e il Monte Velino

027

028 - il Monte Velino 2486 m

028

029 - pochi metri per la vetta del Monte Velino

029

030 - Monte Velino 2486 m

030

031 - sul Monte Velino 2486 m

031

032 - la Madonna del Monte Velino 2486 m

032

033 - da Sinistra, Giuseppe Albrizio, Francesco Battisti, Giuseppe Tuccillo

033

034 - la Croce del Monte Velino 2486 m

034