Appennino oltre i 2000 metri

Costone della Cerasa, Cimata della Cerasa, Costa della Tavola, Capo di Pezza, Punta Trieste, Costa Stellata; dal Vado di Pezza per il Piano del Ceraso

 

 

Costone della Cerasa, Cimata della Cerasa, Costa della Tavola,

Capo di Pezza, Punta Trieste, Costa Stellata

dal Vado di Pezza per il Piano del Ceraso 

Introduzione:

Lunga escursione che permette di collezionare in una sola uscita ben 6 cime che rientrano nella lista dei Monti dell’Appennino superiori ai 2000 metri.

Ottimo panorama, se le condizioni meteo lo consentono, su tutti i rilievi del gruppo Velino-Sirente e sulla Valle il Bicchero e Majelama.

Fare riferimento alla cartina 1:25000 “I SENTIERI MONTANI DELLA PROVINCIA DELL’AQUILA, 2, I GRUPPI M. OCRE - M. CAGNO - M. CAVA - M. SAN ROCCO - M. ORSELLO - M. PUZZILLO” S.E.L.C.A. Firenze.

Percorso auto:

Dall’Aquila si prende la S.S. Vestina Sarentina N° 5 bis per l’Altopiano delle Rocche, poco dopo aver superato il centro di Rocca di Mezzo si imbocca sulla destra (direzione Sud-Ovest) la strada asfaltata per il Vado di Pezza.

Giunti al valico (quota 1470 m) si trascura la strada sterrata che scende in direzione Ovest nel Piano di Pezza e si va a sinistra (Sud) seguendo la carrareccia per il Piano del Ceraso, dopo circa 2 Km si parcheggia dove il fondo della strada diventa impraticabile alle auto (poche centinaia di metri prima di un tornante), quota 1520 m.

Lo stesso punto si raggiunge da chi proviene da Roma dopo aver percorso la Strada dei Parchi, Autostrada A24 Roma-L’Aquila e A25 Torano-Chieti-Pescara uscita Aielli-Celano, superato Celano si seguono le indicazioni per Ovindoli e Rocca di Mezzo.

Descrizione:

A piedi si continua sulla sterrata fino al curvone da dove parte, in direzione Ovest, il sentiero segnato 10A, si attraversa tutto il prato della Valle del Ceraso e si entra nel bosco.

Si supera, salendo ripidamente a serpentina, un costone secondario e usciti dalla faggeta si entra in una ampia valle chiusa dal Costone della Cerasa e dai Monti della Magnola. Con ampi tornanti si raggiunge il Vado di Roscia Grande, quota 2042 m 1,30 ore dalla partenza (Nota: tutti i tempi, se non altrimenti specificato, sono riferiti alla base di partenza). Si abbandona il sentiero 10A che scende nel Vallone della Genzana e si sale l’ampia dorsale in direzione Nord toccando la cima del Costone della Cerasa, quota 2119 m (1,50 ore). 

Ancora avanti lungo la panoramica cresta che piega a ferro di cavallo in senso antiorario e si tocca la cima di quota 2159 m, Cimata della Cerasa (2 ore).

Si scende ad una sella e si sale dall’altra parte sulla quota di 2182 m, Costa della Tavola (2,30 ore). Ora si scende al Vado di Castellaneta 2068 m e si sale ripidamente al Capo di Pezza 2177 m (3,15 ore), stupendo il panorama sulla Valle il Bicchero, la Cimata Fossa dei Cavalli, il Cafornia e il Velino. 

Si piega in direzione Nord-Ovest e con una bella cavalcata di cresta, appagati da una bellissima veduta, si raggiunge la Punta Trieste 2230 m (4 ore).

Ritornati a Capo di Pezza (30 minuti da Punta Trieste) si percorre il costone in direzione Sud-Est toccando la quota 2151 m e più in basso la quota 2067 m che è stata adottata dal Club 2000 metri come vetta della Costa Stellata (30 minuti).

Ancora indietro si ripassa a Capo di Pezza al Vado di Castellaneta da dove si segue una mulattiera che scende nella valle sottostante (Est Sud-Est), passa vicino ad una grossa cisterna e raggiunge i muri a secco dei recinti per le greggi e due piccoli edifici dello Stazzo della Genzana, quota 1880 m (il luogo sembra abbandonato).

Dopo aver curiosato si segue la traccia della vecchia sterrata di servizio allo stazzo che sale verso i Monti della Magnola, giunti a quota 2030 m circa la si abbandona per dirigersi verso il Vado di Roscia Grande da dove si segue lo stesso sentiero utilizzato all’andata.

Tempo di discesa dalla Costa Stellata 2,30 ore. Km totali dell’escursione 19, ascesa 1200 m.

001 - dal Piano del Ceraso vista di Monte Rotondo e il Vado di Pezza

001

002 - dalla Valle del Ceraso il Monte di Selva Canuta

002

003 - la Valle del Ceraso e il Costone della Cerasa

003

004 - tipica segnaletica dei sentieri dell’Altopiano delle Rocche

004

005 - l’ingresso nel bosco dalla Valle del Ceraso

005

006 - il Costone della Cerasa visto all’uscita dal bosco

006

007 - risalendo con ampi tornanti il Costone della Cerasa

007

008 - la valle secondaria appena risalita, chiusa dai Monti della Magnola e dal Costone della Cerasa

008

009 - i Monti della Magnola

009

010 - salendo verso il Vado di Roscia Grande, vista del Sirente

010

011 - dal Vado di Roscia Grande vista della Valle della Genzana

011

012 - uno sguardo verso lo Stazzo della Genzana

012

013 - il Vado di Roscia Grande, 2042 m, ed il Costone della Cerasa 2119 m

013

014 - salendo sul Costone della Cerasa, vista del Vado di Roscia Grande e, in fondo, la Magnola

014

015 - la Cimata della Cerasa 2159 m e la Costa della Tavola 2182 m

015

016 - in primo piano la Costa della Tavola 2182 m, a destra il Costone e a sinistra Punta Trento e Punta Trieste

016

017 - dalla Costa della Tavola vista del Vado di Castellaneta 2068 m, Capo di Pezza 2177 m, Monte Cafornia

2409 m  e Monte Velino 2486 m

017

018 - dalla Costa della Tavola vista del Piano di Pezza, Monte Rotondo, Monte Camicia e Monte Prena

018

019 - dalla Costa della Tavola vista di Capo Pezza, base di partenza per il Rifugio Vincenzo Sebastiani e il

Colle dell’Orso.

019

020 - dalla Costa della Tavola vista del Monte Velino, Punta Trieste, Punta Trento e il Costone

020_a

021 - dalla Costa della Tavola vista della Punta Trento e il Costone con la vetta Orientale 2271 m e la vetta

Occidentale 2239 m

021_a

022 - Giuseppe sulla Costa della Tavola 2182 m

022_a

023 - il Vado di Castellaneta e Capo di Pezza

023_a

024 - il Vado di Castellaneta 2068 m

024_b

025 - dal Capo di Pezza uno sguardo verso i Monti della Magnola

025_b

026 - dal Capo di Pezza uno sguardo verso il Sirente

026_b

027 - dal Capo di Pezza vista della Punta Trieste

027_b

028 - dal Capo di Pezza vista del Cafornia e Velino

028_b

029 - dalla Punta Trieste 2230 m, in fondo vista del Terminillo

029

030 - dalla Punta Trieste uno sguardo in dietro: Costone della Cerasa, Cimata della Cerasa, Costa della Tavola,

Vado di Castellaneta, Capo di Pezza e, in fondo, il Sirente

030

031 - dalla Punta Trieste vista della Punta Trento, il Costone e in fondo il Terminillo

031

032 - dalla Punta Trieste vista del Monte il Bicchero e dell’omonimo Colle

032

033 - la Costa Stellata e i Monti della Magnola

033

034 - dalla Costa Stellata vista della Valle Majelama e una parte della Valle del Bicchero

034

035 - la cisterna e la fonte nei pressi dello Stazzo della Genzana

035

036 - lo Stazzo della Genzana, quota 1880 m

036