Appennino oltre i 2000 metri

Cima Zis; dal Valico della Chiesola di Lucoli, Bosco di Cerasolo, Rifugio Forestale del Campitello, Valle dell'Asino, Sella del Mercaturo

 

 

 Cima Zis

Anticima Orientale del Monte Morrone (Duchessa)
dal Valico della Chiesola di Lucoli per il Bosco di Cerasolo, Rifugio Forestale del Campitello,
la testa della Valle dell'Asino e la Sella del Mercaturo

 

Introduzione:

Cima sconosciuta alla maggior parte degli Appenninisti, è stata proposta al Club 2000m dal gruppo escursionistico Zaininspalla, come nuova vetta da aggiungere all’elenco ufficiale delle Cime dell’Appennino.

Durante una salita sul Monte Morrone, dalla Sella del Mercaturo per la cresta Est, questi appassionati si sono accorti che la quota di 2130 m, senza nome su IGM, rientrava nella classificazione di Cime dell’Appennino (vedi l’articolo sui criteri per l’individuazione delle cime appenniniche superiori ai 2000 m pubblicato nel sito web del Club 2000m)

Il direttivo del Club, in una riunione di qualche tempo fa, ha deciso di intitolare la montagna all’associazione Zaininspalla chiamandola Cima Zis.

Ora che la Vetta ha un nome, ed inizia ad essere conosciuta, è facilmente individuabile dalla strada che dal casello autostradale di Campo Felice porta al Valico della Chiesola di Lucoli e alla località sciistica.

Fare riferimento alla cartina: “I SENTIERI MONTANI DELLA PROVINCIA DELL’AQUILA, 2, I GRUPPI MONTE OCRE - MONTE CAGNO - MONTE CAVA - MONTE SAN ROCCO - MONTE ORSELLO - MONTE PUZZILLO, scala 1:25000, S.E.L.C.A. Firenze” 

Percorso auto:

Dalla Strada dei Parchi, autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo si esce al casello di Campo Felice e si prosegue verso la stazione sciistica. Cinquecento metri prima di superare il Valico della Chiesola di Lucoli si parcheggia su un grande spiazzo a destra, quota 1616 m.

Descrizione:

A piedi si prende la sterrata che costeggia, tenendolo a destra, il Prato Capito e che conduce, in discesa, ai Prati di Cerasolo, quota 1540 m -1 ora - 4,4 Km. Seguire sempre la strada principale trascurando a sinistra, dopo 1 Km, quella che percorre la Valle di Morretano.

Al bivio, all’inizio dei Prati di Cerasolo, si segue la via di sinistra che entra nel Bosco di Cerasolo, alla fine della carrareccia si continua su una mulattiera, segnata dal CAI, che porta al Prato e al Rifugio Forestale del Campitello (visibili solo all’ultimo momento), quota 1720 m - 1 ora.

Il sentiero sbuca pochi metri a Sud del Rifugio, attenzione al bivio che si trova in una radura, vicino ai ruderi di un antico stazzo, dove i segnali del CAI sembrano perdersi. Non bisogna seguire la traccia sul prato, che continua verso sinistra, ma si va a destra puntando ad un piccolo dosso (dove si ritrovano i segni) oltre il quale si entra sul Prato del Campitello.

Dal Rifugio si attraversa il prato, sempre seguendo il sentiero in direzione Ovest, fino a giungere alla testa della Valle dell’Asino dove c’è una strettoia, si scende lungo questa e, percorsi poche decine di metri, si gira a sinistra (Ovest) salendo sul costone Nord-Ovest della Punta dell’Uccettù (località Mercaturo su IGM).

Aggirato il costone la mulattiera prende la direzione Sud mantenendosi a mezza costa rispetto alla valle sottostante (di fronte si nota la lunga parete Nord della Cima Zis). Seguendo un sentiero ben marcato si giunge sulla Sella del Mercaturo, che separa la Cima Zis ad Ovest dalla Punta dell’Uccettù ad Est, (quota 1900 m - 1 ora dal Rifugio Forestale). Ottimo punto panoramico sul Lago della Duchessa e sul Murolungo.

Dal valico non rimane altro che percorrere il tratto di cresta, un po’ aerea e affilata, che in circa un ora porta sulla vetta, dove è stata posta, dal gruppo di Zaininspalla, una piccola Croce e una targa con inciso il nome di Cima Zis 2130 m (tempo totale di salita 4 ore - Km percorsi 11,5 - ascesa 700 m). Il ritorno si fa per la stessa via in circa 3 ore, c’è da superare in salita un dislivello complessivo di 150 metri.

001 - la Cima Zis vista dalla strada che dal casello autostradale porta a Campo Felice,

la giornata meteorologica non è buona

001

002 - i Prati di Cerasolo, in fondo il Monte Cava

002

003 - il Rifugio Forestale del Campitello, quota 1720 m

003

004 - …..dal Rifugio si attraversa il prato, sempre seguendo il sentiero in direzione Ovest, fino a giungere

alla testa della Valle dell’Asino dove c’è una strettoia, si scende lungo questa e poi si gira a sinistra (Ovest)

salendo sul costone Nord-Ovest della Punta dell’Uccettù…..

004

005 - la lunga parete Nord della Cima Zis

005

006 - la Sella del Mercaturo 1900 m

006

007 - salendo verso la Sella del Mercaturo 1900 m

007

008 - il Monte Morrone 2141 m

008

009 - la cresta Est della Cima Zis che parte dalla Sella del Mercaturo

009

010 - la Sella del Mercaturo 1900 m

010

011 - dalla Sella del Mercaturo vista del Monte Ginepro 1934 m

011

012 - incontro con il Gruppo di Zaininspalla proveniente da Cartore

012

013 - salendo la cresta Est della Cima Zis

013

014 - dalla cresta Est della Cima Zis, vista della Sella del Mercaturo e della Punta dell'Uccettù

014

015 - la Cima Zis è ancora lontana

015

016 - il Lago della Duchessa visto salendo sulla Cima Zis

016

017 - salendo sulla Cima Zis

017

018 - il Monte Morrone visto salendo sulla Cima Zis

018

019 - ormai vicini alla Cima Zis

019

020 - Cima Zis 2130 m

020

021 - giorno dell’inaugurazione della Cima Zis

021

022 - tanti escursionisti nel giorno dell’inaugurazione della Cima Zis

022

023 - Giuseppe Albrizio (a sinistra) e Marco Mampieri (a destra), sulla Cima Zis

023

024 - il Lago della Duchessa vista dalla Cima Zis 2130 m

024

025 - il Monte Morrone 2141 m visto dalla Cima Zis

025

026 - la Cima Zis vista in una limpida giornata estiva

026