Le Mie Passeggiate

il sito di Giuseppe Albrizio

Appennino oltre i 2000 metri

Monte Morrone, Cima Mucchia di Pacentro; dal vecchio cimitero di Roccacaramanico

Monte Morrone, Cima Mucchia di Pacentro

dal vecchio cimitero di Roccacaramanico

Introduzione:

Base di partenza Roccacaramanico, frazione del comune di San Eufemia a Majella, provincia di Pescara.

Tempo di salita per il Monte Morrone 3 ore, ascesa 1000 m, Km 6,8

Tempo di salita dal Monte Morrone alla Cima Mucchia di Pacentro 0,45 ore, ascesa 200 m, Km 2,2

Tempo di ritorno dalla Cima Mucchia di Pacentro a Roccacaramanico 2,15 ore.

Tempo totale della gita 5,15 ore, ascesa 1200 m, Km 17

Fare riferimento alla cartina "CLUB ALPINO ITALIANO, Sezione di Sulmona, PARCO NAZIONALE MAJELLA - MORRONE, MONTAGNE DEL MORRONE (LA MONTAGNA DI CELESTINO V), CARTA DEI SENTIERI, Scala 1:25000, Litografia Artistica Cartografica, Firenze”

Nota:

Pietro del Morrone che diventerà Papa Celestino V (nato nel 1209 o 1210) entrò nel monastero benedettino di Santa Maria in Faifoli (Molise) nel 1230. Il giovane monaco rimase nel convento solo due anni poi iniziò la sua ricerca per poter servire Dio soprattutto come eremita. Nel 1233-1234 si recò a Roma (dove venne ordinato sacerdote) per ottenere dal Papa il permesso di dedicarsi alla vita eremitica. Dopo il ritorno in Abruzzo e una breve sosta nel monastero di San Giovanni in Venere (San Vito Chietino) ebbe dall’abate l’autorizzazione a ritirarsi sul Monte Morrone dove rimase dal 1235 al 1240. Qui sperimentò la solitudine assoluta e la totale povertà. E qui, quando cominciò a diffondersi la fama della sua santità e delle guarigioni da lui operate, cominciò l’accorrere di folle sempre più numerose di fedeli….”tratto dall’opuscolo di Giuseppe Molinari, Arcivescovo Metropolita di L’Aquila, SAN PIETRO CELESTINO, il profeta del perdono, taueditrice”.

Percorso auto:

Dall’autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo e poi A25 direzione Pescara (Strade dei Parchi) si esce al casello di Pratola Peligna-Sulmona. Imboccata la Strada Statale dell’Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitica N° 17 ad un incrocio si gira a sinistra per i paesi di Pacentro-Cansano-Campo di Giove; al successivo bivio si va a sinistra per Pacentro (vedi NOTA1). Usciti dall’abitato si sale verso il Guado San Leonardo-Campo di Giove, raggiunto il crocevia di quota 1227 m si prende a sinistra per il Guado San Leonardo (1282 m). Superato il passo si scende dall’altra parte fino al paese di Roccacaramanico dove si può parcheggiare su uno spiazzo a sinistra prima dell’ingresso dell’abitato, oppure continuando in auto, appena entrati nel borgo si va a destra seguendo lo stradino (indicazioni) che porta al vecchio cimitero, parte alta del paese, dove si parcheggia 1080 m (si guadagna poco tempo).

NOTA1:

l'escursione descritta è stata effettuata a Settembre 2012, a quel tempo la strada che da Pacentro portava al Passo San Leonardo era aperta. Da qualche anno, per una frana, c'è il divieto di transito. Attualmente (Maggio 2017) per arrivare al Passo, al bivio sopra detto, bisogna continuare per Cansano-Campo di Giove. Attraversato il paese di Campo di Giove, all'incrocio si prende a sinistra la Strada Provinciale N 54 per Passo San Leonardo. 

Descrizione:

Dal vecchio cimitero si percorre la sterrata che subito si biforca, si prosegue a destra (Nord-Ovest) su una strada pianeggiante, si lascia a sinistra un’altra sterrata che sale nel bosco e dopo 30 minuti di marcia (2 Km circa dalla partenza) si incontra, sul bordo destro della via, un masso con sopra una scritta, un po’ sbiadita, che ci avverte che poco più avanti, 80 metri, c’è il bivio per il Monte Morrone. La località dove parte il sentiero (ben segnato), è la Rava del Confine, quota 1097 m.

Si sale ripidamente nel bosco a serpentina su una mulattiera dal fondo comodo (con pochi sassi) direzione Sud-Ovest. Dopo 30 minuti di faticosa salita il sentiero diventa più agevole e sale a mezza costa verso destra (Nord-Ovest). Attraversate alcune radure si esce definitivamente dal bosco, si superano alcuni costoni secondari, si gira progressivamente verso sinistra (Ovest) e si entra nella conca prativa detta Jaccio della Madonna vicino all’omonimo rifugio (Rifugio Jaccio della Madonna 1786 m) restaurato nell’anno 2005, gestito dal CAI di Pescara e con una stanza sempre aperta (2 ore da Roccacaramanico - Km 5,1 - ascesa 700 m).

Ripreso il sentiero si raggiunge l’estremità settentrionale della conca, dove ci sono antichi stazzi delimitati da muri a secco, da qui si sale in direzione Nord verso la dorsale principale seguendola con un giro antiorario a ferro di cavallo fino a raggiungere la Croce di vetta del Monte Morrone 2061 m, ottimo il panorama sulla catena del Gran Sasso e la costa del Mar Adriatico (1 ora dal Rifugio - 3 ore dall’auto - Km totali 6,8 - ascesa totale 1000 m).

Si continua per l’ampia cresta Sud-Est fino ad una sella (1888 m) da dove si risale, senza via obbligata, fin sulla cima Mucchia di Pacentro 2001 m, bella vista sul sottostante pianoro Jaccio della Madonna largo circa 200 metri e lungo 1 chilometro con andamento Nord-Sud (45 minuti - ascesa 200 m - Km 2,2). Si continua ancora nella stessa direzione per circa 600 m lungo una cresta a saliscendi fino a raggiungere la cima meridionale di Mucchia di Pacentro 2000 m (10 minuti), ottimo il panorama sulla Majella.

Per il ritorno, dall’ultima vetta si scende in direzione Nord-Est nella valletta sottostante (parte alta della valle chiamata “il Vallone”), quota 1922 m, dove transita un sentiero segnato che si segue in direzione Nord fino a quota 1912 m dove si biforca. Si prende la via di destra (abbandonando quella segnata di sinistra) e si scende nella conca prativa Jaccio della Madonna, si attraversa tutto il prato (passando presso il Lago della Madonna 1771 m) e si raggiunge il Rifugio Jaccio della Madonna, 45 minuti. Dal ricovero si segue la via d’andata fino a Roccacaramanico (1,30 ore).

001 - tabelle all’ingresso del paese di Roccacaramanico

001

002 - la chiesa del vecchio cimitero

002

003 - tabella sulla facciata della chiesa del vecchio cimitero

003

004 - la scritta su un masso avverte che ottanta metri più avanti inizia il sentiero per il Monte Morrone

004

005 - Roccacaramanico e la Majella

005

006 - la segnaletica prende la lettera S (Sentiero dello Spirito)

006

007 - si attraversano alcune radure con ampi panorami

007

008 - Caramanico Terme e la costa del Mar Adriatico

008

009 - San Eufemia a Majella, Monte Pescofalcone e Monte Amaro

009

010 - Roccacaramanico, Monte Pescofalcone e Monte Amaro

010

011 - all’uscita dal bosco si superano alcuni costoni secondari

011

012 - in fondo il Monte Morrone

012

013 - il Rifugio Jaccio della Madonna 1786 m con l’omonima conca prativa e la Cima Mucchia di Pacentro

2001 m

013

014 - il Rifugio Jaccio della Madonna 1786 m

014

015 - sopra la porta d’ingresso del Rifugio

015

016 - un masso che ci indica la via per il Monte Morrone

016

017 - il Rifugio Jaccio della Madonna e in fondo la Majella visti salendo sul Monte Morrone

017

018 - la conca prativa Jaccio della Madonna e la Cima Mucchia di Pacentro

018

019 - salendo sul Monte Morrone, in fondo il Gruppo del Gran Sasso

019

020 - salendo sul Monte Morrone vista del Gruppo Velino-Sirente (in particolare si notano i canaloni del

Sirente)

020

021 - salendo sul Monte Morrone vista della costa adriatica della provincia di Pescara e Chieti

021

022 - la vetta del Monte Morrone 2061 m

022

023 - sulla vetta del Monte Morrone 2061 m

023

024 - presso la Croce di vetta del Monte Morrone 2061 m

024

025 - dal Monte Morrone alla Cima di Mucchia di Pacentro

025

026 - …dal Monte Morrone si continua per l’ampia cresta Sud-Est fino ad una sella…

026

027 - …da dove si risale senza via obbligata sulla Cima Mucchia di Pacentro…

027

028 - salendo sulla Cima Mucchia di Pacentro 2001 m, bella vista sul sottostante pianoro Jaccio della

Madonna, largo circa 200 metri e lungo 1 chilometro con andamento Nord-Sud

028

029 - la Cima Mucchia di Pacentro 2001 m, in fondo il Monte Morrone

029

030 - sulla Cima di Mucchia di Pacentro 2001 m

030

031 - dalla Cima Mucchia di Pacentro…si continua ancora nella stessa direzione (Sud-Est) per circa 600 m

lungo una cresta a saliscendi fino a raggiungere la Cima Meridionale di Mucchia di Pacentro 2000 m

(10 minuti)…

031

032 - il Monte Morrone visto dalla Cima Meridionale di Mucchia di Pacentro 2000 m

032

033 - dalla Cima Meridionale di Mucchia di Pacentro uno sguardo verso la Valle il Vallone, il Monte Mileto

1920 m, Guado di Coccia e il Monte Porrara

033

034 - dalla Cima Meridionale di Mucchia di Pacentro uno sguardo verso il Monte Mileto e il Morrone di

Pacentro 1800 m

034

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

Cosa sono i Cookie e la loro definizione

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, potrebbero necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:

Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;

Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;

Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.

Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne (Facebook, Instagram, Pinterest, Google+, Twitter, LinkedIn, altri simili…)
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser (sistema di navigazione web) ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe (in alcuni casi) essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Edge, Opera.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

  • Giuseppe Albrizio
  • Via Vicoletto n 4 - 02015 Cittaducale - (RI)
  • LBRGPP55D04B077T
  • giusalbrizio@libero.it
  • Configurazione e implementazione della rilevazione statistica, con il sistema di Google Analytics, degli accessi al sito web:

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Incaricato del trattamento dei dati

Il Titolare del Trattamento dei dati incarica il Sig. Carrozzini Giorgio (webmaster), con sede legale in Via Umberto Giordano 70, 00124 Roma, Cod. Fisc. CRRGRG72L05H501C per le seguenti funzioni:

  • Gestione della rilevazione e manipolazione dei dati di navigazione tramite la piattaforma “Google Analytics” per ottenere informazioni sul comportamento di navigazione degli utenti.
  • Visualizzazione dei formulari, dei moduli di contatti compilati all’interno delle pagine dello sito web sopra citato al fine di porre in atto il controllo del corretto funzionamento del sito.

L’incaricato non è autorizzato a trasmettere o vendere a terzi, manipolare i dati personali, né a renderli pubblici. L’incaricato si impegna a proteggerne la riservatezza nell’ambito dello svolgimento delle sue funzioni quale amministratore del sito web e limitatamente alle condizioni contrattualizzate con il Titolare del sito web.

Durata della conservazione dei dati di Google Analytics

Il Titolare del Trattamento dei dati conserverà i dati di navigazione per un tempo indefinito e questi non avranno mai scadenza.

Conclusioni

Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare.

Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Aprile 2018

Copyright © 2014. Tutti i Diritti Riservati / All Rights Reserved - Giuseppe Albrizio