Appennino oltre i 2000 metri

Monte Cimone, Monte Cimoncino, Libro Aperto

Monte Cimone, Cimoncino, Monte La Piazza, Monte Lagoni,

Libro Aperto (Monte Rotondo e Belvedere)

Lago della Ninfa-Fontana Bedin-Lago dei Bagni-cresta Sud fino al Libro Aperto.

Periplo del Lago il Terzo e del Lago della Ninfa

Introduzione:

tempi:

dall’inizio strada militare (nei pressi del Lago della Ninfa) al Monte Cimone 1,40 ore.

dal Monte Cimone al Libro Aperto 2 ore.

tempo totale di andata dall’inizio strada militare fino al Monte Belvedere (seconda cima del Libro Aperto) 4 ore.

ritorno dal Libro Aperto all’auto 3 ore.

con visita al Lago il Terzo e al Lago della Ninfa si deve aggiungere 1 ora.

Tempo complessivo con soste 9 ore - ascesa 1500 m. Traccia GPX

altri itinerari sono:

Monte Cimone, Monte Cimoncino: dal Lago della Ninfa per la strada militare

Monte Cimone, Monte Cimoncino, Monte La Piazza, Monte Lagoni: da Fiumalbo (Modena) per la frazione Doccia

nota 1:

La più alta montagna dell’Appennino Settentrionale, sulla vetta vi sono dei tralicci di impianti di telecomunicazione, senza essere ipocriti, da qualche parte questi impianti dovevano pur esserci….e allora ben vengano.

Limitandosi al solo Monte Cimone e Monte Cimoncino l’escursione è facilissima e dura pochissimo tempo, se il meteo è ottimo si può fare una lunga cavalcata di cresta (a saliscendi) fino al Libro Aperto

nota 2:

IL Libro Aperto è formato da due cime; quella Emiliana si chiama Monte Rotondo ed è la più alta, 1937 m, l’altra si trova in Toscana ed è denominata Monte Belvedere, 1896 m.

Sull’antico confine, tra il Ducato di Modena e il Granducato di Toscana si incontrano dei termini formati da pietre cilindriche con un basamento quadrato (simili a quelli posti tra il Regno Borbonico e lo Stato Pontificio ma molto più piccoli e antichi).

Le due vette sono separate da un'ampia sella, Passo delle Mandrie, di quota 1860 m, i declivi fra le due cime, viste da lontano, formano le caratteristiche pagine del monte.  

nota 3:

Due volte sono salito sul Cimone e ambo le volte, purtroppo, sulla vetta ho trovato nebbia che mi ha impedito di osservare il panorama.

Questa è la terza volta (7 settembre 2015), finalmente il meteo è stato dalla mia parte

nota 4:

fare riferimento alla cartina: Club Alpino Italiano Sezione di Modena - Carta dei sentieri - Alto Appennino Modenese - Parco del Frignano - scala 1:25.000 - S.E.L.C.A. Firenze

Percorso auto:

Giunti a Sestola (comune in provincia di Modena, Emilia Romagna), lato Ovest del paese, prima di raggiungere il parcheggio della grande piazza (oltre la quale c’è la via principale, di solito, chiusa al traffico) si imbocca a destra la strada che sale (indicazioni su cartelli di legno) verso gli impianti di risalita di Pian del Falco e Passo del Lupo.

Al bivio, 1 Km prima del Passo del Lupo, si va a sinistra oltrepassando il Lago della Ninfa e parcheggiando nei pressi della sbarra, quota 1523 m, dove inizia una strada militare di servizio agli impianti di telecomunicazione del Cimone.

Itinerario:

Si segue, nella pineta, il sentiero 13bis (Fontana Bedin-Monte Cimone) segnato con vernice bianco-blu. Si attraversa la strada militare e si rientra nel bosco fino ad uscire presso la fontana Bedin 1632 m.

Ora si segue il sentiero CAI n. 441 (Lago dei Bagni-Monte Cimone), si taglia un tornante della strada asfaltata e si continua per un centinaio di metri su una sterrata in direzione Sud-Ovest per poi abbandonarla e piegare a destra (Ovest) seguendo un’evidente mulattiera che sale sui prati della montagna.

Superato il piccolo Lago dei Bagni, 1770 m, con un ultimo strappo si raggiunge il Pian Cavallaro 1869 m (punto d’arrivo della strada militare).

Da qui si percorre l’evidente cresta Nord-Est, si attraversano o si aggirano gli impianti di telecomunicazione e si giunge sulla vetta, 2165 m (tempo di salita 1,40 ore - ascesa 650 m), ottima la vista su tutto l’Appennino Tosco-Emiliano, sulle Alpi Apuane e sul Mar Tirreno

Sulla cima vi è una bella e grande statua della Madonna e un’antica scritta scolpita su pietra locale (lapide di arenaria che ricorda l’ascensione avvenuta il 27 Agosto 1726 del Duca di Modena Francesco III, incisa su ordine dello stesso Duca).

Dal Cimone ripassando presso gli impianti di Telecomunicazione e seguendo la via n. 447 (per il Libro Aperto) si raggiunge in 10 minuti il Monte Cimoncino, 2118 m (toccando prima la sella tra le due cime, dove c’è un incrocio di sentieri, quota 2090 m).

Ripreso il sentiero 447 si scende rapidamente in direzione Sud, si supera Monte La Piazza 1872 m e si scende ancora fino alla massima depressione di quota 1800 m da dove si risale fin sulla vetta di Monte Lagoni 1962 m (1,10 ore dal Cimone).

Ancora a saliscendi lungo una bella e panoramica cresta fino a raggiungere la sella dell’anticima Nord del Libro Aperto, quota 1880 m (1,45 ore dal Cimone). Districandosi tra roccette (sentiero sempre ben segnato), con passi di I, si perviene, in 10 minuti, sull’anticima 1932 m.

Ancora avanti si giunge sotto una paretina che bisogna risalire, passi di II esposto a sinistra, comunque c’è una catena fissa che facilita l’ascesa. In 5 minuti si è sul Libro Aperto o Monte Rotondo 1937 m (2 ore dal Monte Cimone).

Si scende facilmente dalla parte opposta, direzione Sud-Ovest, e si incontra il primo dei tre cippi della giornata. Si supera la sella di quota 1860 m (vedi nota 2) e si sale sulla seconda cima del Libro Aperto, Monte Belvedere 1896 m, incontrando gli altri due cippi.

Tempo totale dalla base di partenza, 4 ore.

Al ritorno si può evitare di ripassare sul Monte Rotondo e sull’anticima Nord; dalla sella di quota 1860 m si segue un sentiero, a mezza costa, che rimane nel versante Ovest delle due vette e raggiunge facilmente il valico di quota 1880 m, da dove si segue il percorso d’andata fino alla sella tra Cimone e Cimoncino (2 ore).

Da qui si scende ripidamente in direzione Nord-Est seguendo un sentiero segnato fino alla Buca del Cimone (vedi nota 5), piccolo lago a quota 1954 m, poi si va a sinistra (Nord) e a mezza costa si raggiunge il Pian Cavallaro da dove si segue lo stesso percorso dell’andata fino all’auto (1 ora dalla sella tra Cimone e Cimoncino).

nota 5:

dalla Buca del Cimone, 1954 m, con una deviazione dal sentiero principale, si può andare a visitare il Lago il Terzo, 1656 m (visibile dal Monte Cimoncino guardando in direzione Est).

Si lascia il sentiero segnato che va a sinistra e si scende in direzione Sud-Est, destra, seguendo tracce di sentiero che percorrono le piste da sci. Poi bisogna districarsi tra prati di piante di mirtillo e altro genere fino ad intercettare un sentiero segnato proveniente da sinistra, 441 b.

Seguito a destra ci porta presso il Lago; fatto il periplo della zona umida si riprende il sentiero seguendolo in senso inverso, Nord, e si arriva senza problemi alla Fontana Bedin da dove si segue il percorso fatto in mattinata. La deviazione richiede circa 30 minuti in più.

Giunti all’auto a piedi si può andare a fare anche il periplo del Lago della Ninfa, quota 1503 m, 30 minuti tra andata e ritorno.

Cartina 1-2

cartina 1a-2 Monte Cimone-Monte Cimoncino-Libro Aperto

Cartina 2-2

cartina 2-2 Monte Cimone-Monte Cimoncino-Libro Aperto 

001 - Monte Cimone 2165 m, in fondo a sinistra il Libro Aperto

001 

002 - Inizio Strada Militare, sentiero dedicato ad un “montanaro” di Sestola

002 

003 - la storia del “montanaro” Mario Pio Serafini

003 

004 - la Fontana Bedin 1632 m

004 

005 - la sentieristica del CAI di Modena è perfetta

005 

005a - il Lago dei Bagni, in questo periodo, Settembre 2015, asciutto

005a 

005b - Pian Cavallaro, una targa posta a ricordo dei lavoratori morti durante la costruzione delle gallerie che

salgono agli impianti di telecomunicazione

005b 

006 - il sentiero che sale sul Cimone

006 

007 - storia del Monte Cimone

007 

008 - la Chiesetta della Madonna della Neve sul Monte Cimone

008 

009 - lapide di arenaria che ricorda l’ascensione, avvenuta il 27 Agosto 1726, del Duca di Modena Francesco III,

incisa su ordine  dello stesso Duca

009 

010 - dal Monte Cimone uno sguardo verso il Monte Cusna, Monte Prado, Alpe di Succiso

010 

011 - dal Monte Cimone uno sguardo verso le Alpi Apuane

011 

012 - uno sguardo dal Monte Cimone, da destra a sinistra, Cima dell’Omo, Monte Giovo, Monte Rondinaio,

Alpe Tre Potenze, Monte Gomito

012 

012a - ombre sul Monte Cimone

012a 

013 - Monte Cimone 2165 m

013 

014 - dal Monte Cimone al Libro Aperto ci vogliono 2 ore

014 

015 - il Monte Cimone visto dal Monte Cimoncino 2118 m

015 

016 - verso il Libro Aperto

016 

017 - il Monte Cimone sempre più lontano

017 

018 - un esempio di segnaletica “ingegnosa”

018 

019 - il Monte Cimone visto dal Monte Lagoni, 1962 m

019 

020 - lungo una cresta sassosa

020 

021 - il Libro Aperto sempre più vicino

021 

022 - il Libro Aperto, in primo piano l’anticima Nord del Monte Rotondo 1932 m, dietro il Monte Rotondo 1937 m

022 

022a - l’anticima 1932 m e il Monte Rotondo 1937 m (Libro Aperto), particolare

022a 

023 - passi di I per salire sull’anticima

023 

024 - (Libro Aperto) il Monte Rotondo visto dall’anticima, a sinistra il gruppo montuoso del Corno Alle Scale

024 

025 - c’è una piccola paretina da superare per salire sul Monte Rotondo  dall’anticima, passi di II esposti a sinistra,

la salita è facile perché c’è una catena fissa

025 

026 - dal Monte Rotondo 1937 m uno sguardo verso il Monte Cimone

026 

027 - sulla cima del Libro Aperto, 1937 m

027 

028 - in primo piano la seconda cima del Libro Aperto, Monte Belvedere 1896 m e i monti a Sud-Ovest dell’Abetone

(Cima dell’Omo, Monte Giovo, Monte Rondinaio, Alpe Tre Potenze, Monte Gomito)

028 

029 - un cippo di confine tra il Granducato di Toscana e il Ducato di Modena

029 

030 - il secondo cippo della giornata

030 

031 - il terzo cippo vicino la vetta del Monte Belvedere 1896 m, in fondo a sinistra il Monte Cimone

031 

032 - dal Monte Belvedere uno sguardo verso il gruppo montuoso del Corno Alle Scale

032

033 - una tana di marmotta

033

034 - una marmotta ci osserva e lancia il suo fischio di allarme

034

035 - Buca del Cimone

035

036 - Un'altra marmotta sulle piste da sci del Cimone

036

037 - Lago  il Terzo

037

038 - Lago il Terzo, particolare

038

039 - Lago della Ninfa

039